S. Teresa. Piazzette sul lungomare, al via il rifacimento

S. TERESA. Sarà un autunno “caldo” sul fronte dei lavori pubblici nella cittadina jonica. Dopo che il Tar ha dato ragione al Comune nella controversia con una ditta esclusa dalla gara d’appalto partiranno infatti i lavori di sistemazione delle piazzette nel quartiere Torrevarata. Al via anche gli interventi di lifting per i cinque slarghi del lungomare e la ripavimentazione di via Colapesce, mentre si attende che si sblocchi l’iter per avviare un cantiere di lavoro in via Trieste. Ma la vera novità, messa in programma nelle ultime ore dall’Amministrazione Morabito, è l’ampliamento del cimitero, ormai saturo. Andiamo con ordine. A Torrevarata verranno ristrutturate le due piazzette di via Massimo D’Azeglio e Armando Diaz, in stato di abbandono e di problematico utilizzo da parte dei residenti. Si tratta di due opere realizzate negli anni Ottanta e poco amate dai santateresini. Con gli interventi, già appaltati mesi fa ma fermi fino ad oggi per il ricorso al Tar di cui dicevamo, l’Amministrazione spera di restituirle alla piena fruizione della cittadinanza. Attesa anche per i lavori di restilyng delle cinque piazzette sul lungomare. Il Comune ha ottenuto un finanziamento di 70mila euro dalla Regione per i danni causati dalla mareggiata del 2006. Il finanziamento consentirà di rimettere a nuovo i cinque “balconi” sul mare. Saranno collocate nuove panchine, rifatti i pavimenti, le ringhiere e le aiuole. Nuovo look in vista anche per via Colapesce, arteria che mette in comunicazione lungomare e la SS114. Gli interventi, che nelle previsioni saranno completati entro Natale, prevedo la ripavimentazione della via con mattonelle di monostrato vulcanico. I lavori, per un importo a base d’asta di circa 27mila euro, sono stati appaltati alla “Effe Costruzioni” di S. Teresa, che ha presentato un ribasso del 7,81%. Nell’occasione sarà sostituito anche il tratto di condotta fognaria. Interventi analoghi in via Trieste, dove però la pavimentazione sarà eseguita tramite cantiere di lavoro. Completati questi lavori l’Amministrazione dovrà però occuparsi anche di altre vie. Il manto di via dei Fabbri, per esempio, è in condizioni disastrose. Ma l’intervento più atteso dai cittadini è l’ampliamento del cimitero centro, dove da anni ormai si registrano disagi legati all’assenza di loculi. Verranno realizzate un centinaio di nuove celle. L’iter è già stato avviato e presto verrà bandita la gara d’appalto.

Leave a Response