Il saluto a Messina e provincia del colonnello Stefanizzi

MESSINA – (Nel tg 90 del 26 settembre servizio ed intervista al colonnello Stefanizzi) Il colonnello Maurizio Stefanizzi, 48 anni, comandante provinciale dell’Arma dei carabinieri, ha salutato stamani i giornalisti nel corso di un incontro di commiato. Lascia Messina dopo due anni di attività, per andare a Roma, per un incarico formativo e non più operativo: dirigerà il reparto addestramento del Comando generale. Il colonnello Stefanizzi ha parlato di una città ed una provincia con tanti problemi ma allo stesso tempo con tante risorse ed uomini in grado di farla rinascere. Tra i momenti più delicati vissuti a Messina, il comandante provinciale ha ricordato la tragedia del Se gesta, nello sStretto, l’alluvione che il 25 ottobre scorso colpì la riviera jonica e gli incendi dell’estate 2007 nella fascia tirrenica. Stefanizzi lascia la Sicilia dopo sette anni, dei quali 5 vissuti a Palermo. Per quanto concerne Messina ha parlato di una piaga ancora aperta che riguarda il mondo della droga: “Messina – ha evidenziato – è il crocevia dello spaccio di stupefacenti del mercato Siciliano e Calabrese”. Va via, ha detto ripetutamente, “con l’immagine di una terra meravigliosa nella quale spero di tornare presto da turista”. Ed infine ha voluto precisare che “nei due anni vissuti a Messina, come in quelli precedenti” ha vissuto per l’Arma, sua famiglia d’adozione. 

Leave a Response