“Puliamo il mondo 2008”, aderisce anche Taormina

TAORMINA – Anche il Circolo Taormina-Alcantara di Legambiente, partecipa alla manifestazione internazionale “Puliamo il mondo”. I volontari del club taorminese, venerdì 26 settembre, muniti di guanti, rastrelli e ramazze si impegneranno per ripulire e, in qualche maniera, rendere più agibile il sentiero pedonale di “Vallone Castagna” che unisce il centro di Taormina a contrada Spisone, poco distante dallo svincolo della A18 e ad una delle più rinomate e frequentate spiagge del comprensorio. “Date le condizioni del sentiero –dice Marco Manforte, presidente del Circolo- il nostro intervento inizierà due giorni prima. Mercoledì 24, infatti, interverremo sul sito per rimuovere una piccola frana che rende difficoltoso il passaggio. Questo sarà –continua- un lavoro particolarmente impegnativo e per questo abbiamo chiesto al Comune l’assistenza di alcuni operai. Se sarà necessario, lavoreremo anche giovedì. Con quest’intervento –continua Manforte- faremo in modo di rendere agevole il transito per garantire ai ragazzi delle scuole elementari di percorrere, senza rischi, tutto il sentiero. La giornata di “Puliamo il mondo 2008”, infatti, a Taormina sarà caratterizzata dalla presenza di tanti bambini ai quali spiegheremo come era organizzato il sistema viario al servizio di Taormina sin dall’epoca dei romani. Il sentiero “Vallone Castagna”, infatti, era la principale strada d’accesso alla città”. La pedonale, consentiva di collegare la zona di Messina a quella di Catania transitando per via Consolare Valeria che oggi si può identificare con il Corso di Taormina. Sino alla seconda metà del ‘700, infatti, non esisteva la strada che oggi attraversa le contrade marinare Mazzarò ed Isolabella.
“Approfittiamo della giornata per –dice Manforte- tornare a rilevare l’importanza che hanno avuto i sentieri pedonali nella storia e per lo sviluppo di Taormina. Si tratta di una rete viaria che va riscoperta e valorizzata. Ora sono importanti per l’ambiente, la salvaguardia del territorio ed anche dal punto di vista turistico. Dopo la riuscita dell’iniziativa “Taormina cammina”, che l’anno scorso è servita per rilevare l’esistenza dei tanti percorsi che erano al servizio della città, torniamo sullo stesso problema. Per questo, venerdì 26 chiediamo a tutti, alunni e genitori, soci e cittadini, di essere presenti a Vallone Castagna, un sentiero sicuramente affascinante ma che.  purtroppo, continua ad essere trascurato e quasi impraticabile. Chiediamo a tutti di chiedere con forza al Comune di realizzare un progetto per il recupero dei percorsi pedonali”.
“Puliamo il mondo” è un’iniziativa nata in Australia nel 1989. Da allora, ogni fine settembre, coinvolge quasi 40 milioni di volontari. In Italia, è diventata un appuntamento fisso che coinvolge cittadini di tutte le età e le amministrazioni in parchi, giardini, strade e piazze che risultano abbandonati o in stato di degrado. Coinvolge 1000 gruppi di volontari che s’impegnano in un’azione nello stesso tempo concreta e simbolica per chiedere città pulite e vivibili. Con Puliamo il Mondo –dice un comunicato di Legambiente- si recuperano numerosi luoghi dal degrado e si vuole promuove un’efficiente gestione dei rifiuti, una reale riqualificazione delle aree urbane e una più attenta valorizzazione degli ambiente naturali per preservarli dall’abusivismo edilizio e dalla cementificazione.   “Ripulire il Belpaese, e per quanto ci riguarda Taormina –dice Manforte- è soltanto uno degli obiettivi della campagna che, invece, vuole essere un invito alla cura del nostro prezioso territorio, troppo speso abbandonato”.
Il Circolo Legambiente di Taormina, negli ultimi mesi ha avviato una campagna di sensibilizzazione per migliorare il servizio raccolta rifiuti solidi urbani e, in particolare, per la raccolta del materiale riciclabile e, appunto, il progetto per il recupero e la valorizzazione dei sentieri pedonali e del Giardino Pubblico.

Leave a Response