Messina, sequestrati dieci videopoker in bar-ritrovo

MESSINA – Le Fiamme Gialle della compagnia di Messina hanno sottoposto a sequestro degli apparecchi da intrattenimento raffiguranti nelle schermate le “slot machine”. In due distinte operazioni, i finanzieri hanno effettuato dei controlli presso un noto bar-ritrovo cittadino e un circolo sportivo al fine di accertare il possesso della prescritta licenza di pubblica sicurezza e la conformità alla vigente normativa degli apparecchi da intrattenimento.
L’attività delle Fiamme Gialle ha consentito di accertare l’esistenza di diverse macchinette “mangiasoldi” illegalmente detenute quantunque la vigente normativa ne vieti l’uso. Infatti in entrambi i locali sono stati rinvenuti e sottoposti a sequestro 10 videopoker per il cui esercizio non era rilasciata alcuna autorizzazione .
I responsabili delle attività illecite unitamente al proprietario degli, sono stati segnalati all’Autorità Giudiziaria per la detenzione di congegni elettronici per gioco d’azzardo senza il previsto nulla osta.
Nel corso dell’operazione e’ stato sequestrato un apparecchio cambiamonete e la somma di circa 1.000 euro rinvenuta all’interno dei videogiochi.
Al riguardo va’ sottolineata la collaborazione di privati cittadini che quotidianamente con le loro segnalazioni fatte al numero telefonico di pubblica utilità “117” lamentano delle perdite di denaro a causa del gioco da parte di congiunti.
In tal senso prosegue l’attività delle Fiamme Gialle del Comando Provinciale al fine di individuare altri ritrovi cittadini che offrono l’illusione di vincite con il gioco d’azzardo illegale che, proprio perchè fuori dal controllo degli organi di Stato, non garantisce la possibilità, nei limiti stabiliti, di una vincita oltre ad arrecare un grave danno economico all’erario.

 

Leave a Response