Messina ”esporti cultura ed importi ricchezza”

MESSINA – “Bisogna che Messina esporti cultura ed importi ricchezza e per fare ciò abbiamo bisogno di utilizzare le risorse turistiche, attirando anche flussi imprenditoriali a cui offrire accelerazione e semplificazione delle regole burocratiche”. Lo ha detto il sindaco, Giuseppe Buzzanca, che stamani è intervenuto, con l’assessore alla cultura Giovanni Ardizzone, nella sede della Soprintendenza per i beni culturali ed ambientali, all’incontro promosso dal soprintendente, Gianfilippo Villari. Quest’ultimo nell’introdurre l’incontro, a cui hanno presenziato il Procuratore Generale, Antonio Cassata; il sostituto procuratore, Giuseppe Siciliano; il comandante della Capitaneria di Porto, Antonino Samiani; il comandate del distaccamento della Marina Militare, Francesco Potenza; l’avvocato generale dello Stato, Giancarlo Genovese; il presidente dell’Ente Teatro Vittorio Emanuele, Egidio Bernava, e i rappresentanti della Curia e della Questura di Messina, ha ribadito che questa prima iniziativa, cui seguiranno altri incontri con i rappresentanti istituzionali, vuole delineare un confronto costruttivo per superare le fasi dell’emergenza. E’ proprio sul futuro, il sindaco Buzzanca, ha posto l’accento parlando di una micro regione dello Stretto, ove valorizzare le risorse culturali ed acquisire fondi comunitari che possono sviluppare le attrattive da offrire sia al turismo croceristico che a quello culturale. “50 chilometri di costa, – ha concluso il sindaco – vanno utilizzati per il futuro sviluppo di questa città“. Al termine dell’incontro del dibattito che si è sviluppato con il personale della soprintendenza, il sindaco ha donato al soprintendente Villari una raccolta di stampe .

 

Leave a Response