Genovese: solo parole su federalismo fiscale

PALERMO – “Sul federalismo fiscale si sono sentite tante parole, ma non si sono visti ancora numeri o dati concreti. Si rischia, quindi, di assistere o di partecipare ad un dibattito incentrato solo su alcuni principi della riforma – astrattamente condivisibili  –  senza poterne valutare gli effetti concreti. A cominciare dal  calcolo del fabbisogno regionale da finanziare, basato non più sulla cosiddetta spesa storica, ma sui costi standard necessari per l’ erogazione dei servizi”.        Lo afferma il Segretario regionale del Partito Democratico, Francantonio Genovese.
“Ci sono alcuni interrogativi a cui bisognerebbe dare presto delle risposte: come determinare i costi standard? Quale criterio politico introdurre nella loro stima? Considerato che la perequazione è prevista solo per sanità, istruzione e assistenza, cosa avverrà per le altre tipologie di servizi? E poi, la perequazione non avverrà tra Stato e regioni, ma tra regioni. E quale regione accetterà di buon grado la rinuncia a risorse proprie per sovvenzionare la Sicilia? La valutazione del costo standard è un nodo cruciale e sicuramente, senza l’introduzione di correttivi politici, ci penalizzerà”.

Leave a Response