Messina. Università, master in Scienze forensi

MESSINA – Messina e Parma, uniche due città d’Italia ad aver già attivato il master in scienze forensi, capofila del progetto europeo “Postgraduate Master Course in Forensic Sciences”. Un’iniziativa approvata nell’ambito del Lifelong Learning Programme dell’Unione Europea che prevede l’istituzione di un master universitario di II Livello in Scienze Forensi. L’obiettivo è quello di formare figure professionali, esperte in materia di crimini, capaci di fornire prove concrete applicando tecniche e metodologie scientifiche nelle varie fasi investigative e processuali.
Il progetto è basato su un network internazionale di cui fanno parte anche l’Università tedesca “Brandenburgische Technische Universität” di Cottbus e l’Università ungherese “Eötvös Loránd Tudományegyetem” di Budapest. Gli atenei collaboreranno con i reparti investigativi  speciali di forze di polizia scientifica.
I corsi già partiti a Messina e Parma nelle Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali, hanno avuto il via grazie alle apposite convenzioni firmate con il Raggruppamento Carabinieri Investigazioni Scientifiche e al protocollo di intesa siglato dai rettori Tomasello e Ferretti; protocollo, quest’ultimo, che prevede, tra l’altro, piani formativi omologhi e una stessa attività di coordinamento.
Adesso grazie all’approvazione del “Postgraduate Master Course in Forensic Sciences”, da Messina e Parma questa iniziativa di formazione si sposta all’estero, in uno scenario internazionale che apre nuove prospettive e consente di creare figure professionali capaci di confrontarsi con realtà diverse.
Il prossimo mese di Ottobre si terrà proprio nella città dello stretto un primo incontro del gruppo di lavoro, coordinato dalla Prof. Rita De Pasquale, Prorettore all’alta formazione e dal Prof. Domenico Fusco, Delegato ai master e ai corsi post laurea. Questa fase sarà, infatti, dedicata a progettare un percorso formativo comune alle quattro sedi universitarie, che consenta il rilascio di un titolo congiunto. Il corso sperimentale, con la collaborazione dei docenti di tutte le sedi consorziate, avrà inizio a Cottbus nell’ottobre 2009. Anche Messina e Parma adotteranno le modiche concordate, così da garantire per il  2010 l’attivazione dei corsi con un programma omogeneo per tutte le sedi. Sul piano dei risultati tale iniziativa apre la strada a nuove occasioni di studio e specializzazione; si potranno effettuare scambi di docenti con competenze specifiche, organizzare attività seminariali con risorse strutturali comuni, promuovere corsi e stage per gli allievi nelle varie sedi, creare collegamenti a livello internazionale con analoghi master in Scienze Forensi, partecipando anche a  progetti didattici della comunità europea.
Proseguono intanto le lezioni della prima edizione del master in scienze forensi, inaugurato lo scorso 29 maggio alla presenza del prof. Massimo Picozzi, noto psichiatra, scrittore ed autore televisivo, che vede la collaborazione tra l’Università e il R.I.S. di Messina guidato dal Maggiore Sergio Schiavone. Alla seconda edizione, il cui bando sarà, a breve, pubblicato e le cui iscrizioni sono previste tra il mese di ottobre e dicembre, hanno aderito ulteriori enti e associazioni professionali che potranno fornire borse di studio per i partecipanti.

 

Leave a Response