S. Teresa. Venerdì giura il consigliere Bucalo

S. TERESA – Torna a riunirsi il consiglio comunale della cittadina jonica. Il presidente, Carmelo Lenzo, ha fissato la prossima seduta per venerdì alle 19. Tra i dodici argomenti all’ordine del giorno spiccano il giuramento del neo consigliere, Salvatore Bucalo, la relazione annuale del sindaco Alberto Morabito e l’approvazione della relazione stilata dalla III commissione consiliare sulla questione dei confini con il Comune di Savoca. E proprio su questo argomento si registrano importanti novità. Il prossimo 15 settembre, infatti, si insedierà il commissario inviato dalla Regione per dirimere la complicata vicenda che, da decenni ormai, vede contrapposti i Comuni di S. Teresa e di Savoca. Il dott. Giuseppe Terranova, dopo aver preso atto delle osservazioni fornite dalle due assemblee comunali, dovrà prendere una decisione e chiarire una volta per tutte a quale Comune appartengono le porzioni di territorio contese. Ma c’è attesa anche per capire quali nuovi assetti si registreranno nel consiglio santateresino con l’ingresso di Salvatore Bucalo, che subentra a Pinella Aliberti, dopo che il primo dei non eletti, Antonio Bongiorno, aveva formalizzato nelle scorse settimane la propria rinuncia. Bucalo è vicino alle posizioni dell’on. Carmelo Briguglio che non ha fatto mistero di ambire ad avere un suo esponente nella Giunta Morabito, garantendo in cambio il sostegno dei suoi tre uomini in Consiglio. Morabito ha preso tempo ma l’impressione è che la decisione non possa essere ulteriormente rinviata. Sempre venerdì saranno discusse numerose mozioni e interrogazioni presentate dal gruppo di opposizione di “Sicilia Vera”. Fabio Palella, Danilo Lo Giudice, Vittorio Chillemi e Enzo Filoramo hanno sollevato diverse questioni che vanno dalla mancata pulizia dei cimiteri alla necessità di interventi nel serbatoio idrico di Misserio, passando per l’assenza di manutenzione alle sculture in acciaio inox presenti sul lungomare. Ma non solo critiche provengono dal gruppo di minoranza. Nella seduta di venerdì, infatti, dovrebbe essere approvato il regolamento per gli adempimenti toponomastici ed ecografici, regolamento sollecitato proprio dai quattro consiglieri di opposizione.

Leave a Response