Messina. Contrattisti, chiesto ripristino 24 ore

MESSINA – La  Uil  ha chiesto l’immediato  ripristino  delle  24  ore  settimanali  per  i  193  lavoratori  contrattisti del Comune di Messina.  Il dirigente aziendale della Uil -Fpl   Gaetano Giordano e il segretario aziendale Emilio  Di Stefano,  in una nota inviata al sindaco di Messina.  
I sindacati chiedono con forza di non indugiare ulteriormente al rinvio dell’estensione lavorativa a 24 ore per tutto il personale contrattista, ex legge Regionale 21/03,  non riuscendo a comprendere quali possano essere gli “approfondimenti” richiesti dall’Amministrazione Comunale, considerato che tutti i provvedimenti propedeutici alla suddetta attivazione, compreso il relativo impegno di spesa,  sono stati portati a termine  dai Dirigenti competenti.
 Non vorremmo che dietro questo rinvio ingiustificabile – sostengono i sindacati –  si celasse l’ennesimo tentativo di creare figli e figliastri fra i lavoratori precari, con l’adozione di provvedimenti discriminatori, così come è avvenuto nel recente passato.
L’ufficio stampa del Comune ha comunicato che la prevista estensione lavorativa a 24 ore settimanali  per tutto il personale contrattista, ex legge Regionale 21/03, con decorrenza  01/09/08,   è stato rinviato dall’Amministrazione Comunale per “approfondimenti”.
Tale notizia data agli stessi contrattisti il medesimo giorno in cui si doveva  avviare l’estensione lavorativa a 24 ore,  ha generato  nei lavoratori  profonda delusione ed amarezza,  determinando sempre più sfiducia nei confronti dei rappresentanti istituzionali di questo Ente, che continuano con il loro agire  a fare confusione e non dare risposte certe e concrete alle legittime aspettative economiche e professionali dei lavoratori, già disattese da troppi anni di precariato e discriminazioni.

Leave a Response