“Tagli al sostegno, Messina paga un prezzo alto”

MESSINA – Un tavolo interistituzionale per affrontare la questione dei tagli agli organici di sostegno nella provincia di Messina. E’ quanto chiede il Vice capogruppo del Partito Democratico all’Ars, On. Franco Rinaldi, in una nota inviata questa mattina al prefetto, Francesco Alecci. “Considerato l’imminente inizio dell’anno scolastico – scrive Rinaldi – chiedo di convocare al più presto un tavolo interistituzionale che veda la presenza della Deputazione messinese nazionale e regionale, dei rappresentanti degli Enti locali in particolare Comune e Provincia regionale, del Dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale di Messina. Gustavo Ricevuto e delle Organizzazioni sindacali, per individuare le possibili soluzioni al problema e dare le giuste risposte che gli insegnanti non sono ancora riusciti ad ottenere, nonostante una mobilitazione che li vede in prima linea da più di un mese”. Franco Rinaldi, che nei giorni scorsi ha incontrato i precari, ha presentato, all’indomani dell’annuncio dei tagli, un’interrogazione parlamentare all’Ars chiedendo anche se i criteri utilizzati per la ripartizione dei tagli nelle province corrispondano alle reali esigenze del territorio. “I drastici tagli, decisi dal governo nazionale – sostiene Rinaldi – non mettono a rischio semplicemente il posto di lavoro degli insegnanti, ma anche il diritto allo studio di centinaia  di disabili, che saranno privati del giusto supporto educativo”.
“Nonostante le legittime richieste dei dirigenti scolastici territoriali, inoltre, non si comprende del tutto ancora quali siano stati i criteri che hanno portato ai tagli decisi dagli Uffici scolastici provinciali, così come non si comprende perché, nella nostra regione, Messina paga ancora una volta il prezzo più alto”.

Leave a Response