Svincolo nel degrado, Comune sostituisce l’Anas

ROCCALUMERA – Ancora una volta l’area dello svincolo autostradale di Roccalumera e l’aiuola spartitraffico contigua, di proprietà dell’Anas, sono diventate un autentico immondezzaio e ricettacolo di rifiuti di ogni genere.
Il Sindaco di Roccalumera, Gianni Miasi, attraverso una ordinanza ha disposto la pulizia delle aree in sostituzione dell’Anas e del Consorzio autostradale. E così stamani, primo cittadino, assessori, consiglieri ed operai del Comune si sono rimboccate le maniche ed hanno ripulito quello che in coro hanno definito il biglietto da visita non solo di Roccalumera bensì dell’intero comprensorio. “Ancora una volta – ha commentato con amarezza il sindaco Miasi – perdiamo della ottime occasioni per qualificare turisticamente il territorio. E’ impensabile – prosegue il primo cittadino -pensare ad una offerta turistica accettabile se vengono meno le condizioni minime di agibilità del territorio e cioè se le vie, e gli spazi pubblici, non sono puliti e dignitosi nell’aspetto. Il rilancio turistico della nostra zona, come della Sicilia intera, passa, anche e soprattutto, attraverso l’attenzione alle piccole, ma significative, inziative nei settori più facilmente attuabili.
Non ha senso parlare delle grandi opere, delle infrastrutture, anche queste necessarie, se il nostro territorio, nelle piccole cose,non si presenta  in ordine dal punto di vista della pulizia e del decoro. Il Consorzio Autostradale e l’Anas sembrano non avvertire minimamente questa esigenza e continuano e mantenere le aree di loro competenza in stato di degrado. Per evitare, ancora una volta di dare ai turisti una immagine miserevole del nostro territorio che certo non li incoraggia a ritornare, assieme agli operai prenderò la ramazza ed il bidone della spazzatura pulendo l’area – ha concluso Miasi – mi appello al Prefetto di Messina, in atto una delle poche istituzioni  credibili esistenti nella nostra Provincia affinché,dall’alto della propria indiscussa autorevolezza eserciti la necessaria “ moral suasion” nei confronti di chi dimostra di essere sordo a qualsiasi richiamo alla responsabilità”.

Leave a Response