Taormina, crescono i contrari al mini casinò

TAORMINA – Cresce il numero dei contrari all’apertura di un mini casinò (qualcosa che assomiglia ad una sala bingo) targato Venezia. Il nostro sondaggio (che si chiuderà alle 24,00  di domani giovedì 28 agosto) alle 11,00 di oggi mercoledì 27 agosto porta a questi risultati: contrari 61,68 per cento dei votanti; favorevoli il 38,32. Un precedente rilevamento aveva indicato percentuali diverse: il 42,31 erano i favorevoli; 57,69 i contrari. Ai nostri lettori abbiamo chiesto se Taormina deve accettare l’offerta veneziana di una sala giochi attrezzata con solo slot machine e senza roulettes o deve, invece, rifiutare per continuare la sua battaglia per una casa da gioco, completa, tutta sua.
Si può ancora esprimere un parere sino a domani notte, in tempo per fornire agli amministratori di Palazzo dei Giurati (che ne faranno sicuramente un uso attento e scrupoloso) uno spaccato delle opinioni dei cittadini -non solo quelli di Taormina- a proposito di una questione di notevole interesse politico, economico e d’immagine per l’intero comprensorio turistico. Il sindaco, Mauro Passalacqua,  prima di partecipare al vertice in programma a Venezia il primo di settembre “per valutare –ha detto- i termini dell’offerta”, potrà, anche grazie a Tele90, avere uno spaccato della posizione dell’opinione pubblica. Disporrà, anche, di dati che, ovviamente, vanno messi a confronto con le posizioni politiche, con le analisi commerciali, con i necessari studi di marketing turistico e, così come annunciato, con le valutazioni del presidente della Regione, Rafaele Lombardo.

Leave a Response