Casalvecchio. Una notte nel ricordo di Cicala

CASALVECCHIO – Il polo sportivo comunale di Casalvecchio Siculo, nella notte di sabato 23 agosto 2008, è stato teatro di un piacevole evento sportivo-sociale che ha fatto registrare la presenza di oltre mille persone nel corso del suo totale svolgimento. Alle 19 infatti, ha avuto inizio il torneo di calcio a 5 intitolato a “Maurizio Cicala”, giovane Casalvetino scomparso prematuramente nel 2003.
La manifestazione ha coinvolto ben 12 squadre, che divise in quattro gironi da tre si sono date battaglia, con lealtà sportiva e grande senso civico, per tutta la notte, portando quindi in finale, disputatasi alle 7.30 di domenica mattina, i rossi casalvetini del team Spettacolo contro i neri della squadra Havana club, composta da giovani calciatori della riviera Jonica.
Ha avuto la meglio per 3-1, la compagine locale, tra le cui fila ha giocato anche Cosimo Cicala, figlio del compianto Maurizio.
È stato un evento molto sentito in paese e particolarmente gradito dalla famiglia Cicala che ha presenziato alla manifestazione per tutta la sua durata .
L’organizzazione curata dall’Associazione sportiva dilettantistica Prinsal Club, ha offerto a tutti i partecipanti ed al pubblico presente un ricco ristoro, distribuito nelle varie fasi del torneo: alle ore 22 break focaccia, alle ore 01.30 cornetti caldi e caffè, alle ore 3.30 caffè ed alle ore 5.30 granita.
Il momento più toccante comunque si è registrato nel corso della Santa Messa svoltasi subito dopo la finale, nell’area verde del polo sportivo, qui  nel corso dell’omelia, padre Godfrey ha voluto tracciare un ricordo autentico di Maurizio, commovendo tutti i presenti, tra i quali il sindaco di Casalvecchio Siculo, Onofrio Rigano e l’Assessore allo sport Carmelo Miuccio.
Nel corso della notte nell’adiacente campo da tennis, i 200 ragazzi che hanno preso parte al Palio cittadino delle  4 fontane, si sono dati appuntamento per trascorrere tutti assieme una serata in allegria.
È stato così proiettato il video del palio, sono stati elevati cori e simpatici sfottò fra le varie squadre, sono stati serviti focaccia, bibite e cornetti e si è aspettato che sorgesse il nuovo giorno in un clima di grande euforia.
Segnali confortanti questi per un paese che punta al proprio rilancio sociale, sportivo ed economico.

Leave a Response