S. Teresa, sventata rapina al Bds: due arresti

S. TERESA DI RIVA – Due carabinieri (di cui uno in congedo) ed un finanziere in pensione hanno sventato stamani una rapina ai danni del Banco di Sicilia. Erano trascorse da poco le 11, 30 quando due giovani, dallo spiccato accento catanese, hanno fatto irruzione nell’istituto di credito intimando agli impiegati di consegnare loro i soldi sotto la minaccia di un taglierino. I due malviventi non avevano però messo in conto di trovarsi alle costole i due militari dell’Arma e il finanziere. Si erano appena fatti consegnare circa 2500 euro, quando sono stati bloccati. Contemporaneamente sono stati chiamati gli uomini della locale stazione e del 112, giunti nel volgere di pochi minuti. Minuti di tensione, anche perché a quell’ora la banca, che sorge lungo la centralissima via Francesco Crispi, era gremita di clienti. Giunti i rinforzi i due catanesi sono stati arrestati. Si Tratta di Girolamo Trapani, 18 anni e C.G., 16, entrambi di Catania. Il primo è stato trasferito in carcere, il secondo al Centro di prima accoglienza del Tribunale dei minori di Messina.

Leave a Response