Messina. Furto di rame, in manette 26enne

MESSINA – I Carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno arrestato una persona responsabile di furto aggravato di rame alla stazione ferroviaria di Contesse. Già da diverso tempo il Comando Provinciale di Messina aveva un intensa attività di prevenzione avvalendosi dei servizi delle Compagnie urbane e del Nucleo Radiomobile al fine di prevenire la recrudescenza del particolare reato. Proprio in tale ottica si è sviluppato l’arresto della scorsa notte. A finire in manette il 26enne messinese Antonio Andronaco, sorpreso mentre con un camion cercava di guadagnarsi l’impunità dopo aver effettuato il “colpo”. A sorprenderlo ad alcune centinaia di metri dal sito “visitato” è stata una gazzella del Nucleo Radiomobile di Messina che ha notato il camioncino, mentre si allontanava dalla zona dove ha sede la stazione e il deposito ferroviario di Contesse. Una volta fermato il camion, i militari dell’Arma hanno proceduto alla verifica del mezzo rinvenendo nel cassone di carico oltre 1.250 kg. di cavi del prezioso metallo. Ritenendo si trattasse di materiale di provenienza illecita hanno chiesto chiarimenti al conducente del mezzo, il quale non ha voluto dare alcuna notizia sul trasporto effettuato. I Carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno quindi effettuato un sopralluogo proprio all’interno dell’area del deposito ferroviario da dove era stato notato allontanarsi il mezzo condotto dal messinese. In effetti, nel piazzale antistante i capannoni presenti nello scalo ferroviario, erano ancora evidenti le tracce dovute al trascinamento del pesante carico. Con l’accusa di furto aggravato per Antonio Andronaco sono quindi scattate le manette e su disposizione del magistrato di turno lo stesso è stato trattenuto presso la camera di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Messina Sud in attesa del rito direttissimo.

Leave a Response