L’Azienda Siciliana Trasporti assumerà Lsu

PALERMO – L’azienda siciliana trasporti (l’Ast) potrà assumere lavoratori socialmente utili, che siano in possesso dei requisiti, per guidare i pullman di linea.
Stamattina, a Palermo, l’assessore regionale al Lavoro, Carmelo Incardona, il presidente dell’Ast, Vincenzo Giambrone, insieme al dirigente generale dell’Agenzia per l’Impiego, Rino Lo Nigro e al direttore generale dell’Ast, Emanuele Nicolosi, hanno firmato il protocollo d’intesa che prevede la costituzione di un elenco di lavoratori socialmente utili in possesso della patente per la guida dei bus, al quale l’azienda potrà attingere per l’assunzione a tempo indeterminato di autisti. Presente all’incontro anche il roccalumerese Pippo Campagna, consigliere delegato dell’Ast.
“Abbiamo accolto la volontà dell’Ast di assumere Lsu a tempo indeterminato. Questa intesa – ha detto l’assessore Incardona – ci consente di proseguire nel lavoro per far fuoriuscire dal bacino del precariato un numero consistente di lavoratori, dando loro la possibilità di un impiego produttivo e stabile, alleggerendo così il bilancio della Regione da questa voce di spesa. Questi lavoratori, inoltre, potranno far valere le loro competenze professionali, spesso mortificate in questa loro esperienza da Lsu. È un modello di accordo che mi auguro possa essere ripetuto anche con altre realtà pubbliche e private della nostra regione. Ciò, in linea con l’impegno assunto dal presidente Lombardo di utilizzare al meglio le professionalità che già esistono dentro la Regione e di non aumentare le spese con nuove assunzioni”.
“Condividendo – dice il presidente dellAst, Giambrone – le indicazioni del presidente Lombardo di sospendere i concorsi avviati per la selezione di 50 autisti, tese a contenere la spesa pubblica, con la firma della convenzione tra Ast e l’assessorato al Lavoro potrebbero essere assunti Lsu, in possesso dei requisiti, i quali, oltre a concorrere a un considerevole risparmio economico, otterrebbero la giusta gratificazione cui ha diritto ogni lavoratore. La selezione dovrà avvenire in tempi molto veloci, considerato che l’Ast, alla riapertura delle scuole, avrà bisogno di 127 nuovi autisti per assicurare il servizio scolastico nei territori dove opera. Se tutto ciò si concluderà positivamente come spero, si raggiungerà il nobile obiettivo che il presidente Lombardo si è prefissato: più efficienza con maggiore risparmio”. 
Il protocollo d’intesa prevede che l’assessorato al Lavoro selezionerà i precari in possesso dei requisiti per predisporre l’elenco al quale l’Ast attingerà per l’assunzione di autisti. I requisiti (oltre al fatto di essere precari e cittadini comunitari senza precedenti penali, non aver superato i 40 anni di età e avere la licenza media inferiore) sono il possesso della patente di categoria “D” e del certificato di abilitazione di tipo “DK” o “CQC”. Gli Lsu che non hanno questi tipi di patente o di abilitazione, potranno acquisirli anche entro la data delle selezioni. Il bando è rivolto ai precari di entrambi i sessi, nel rispetto dei principi delle pari opportunità.
Un avviso sarà pubblicato sui siti dell’assessorato (www.regione.sicilia.it/lavoro) e dell’azienda (www.aziendasicilianatrasporti.it). I lavoratori dovranno presentare la domanda – corredata da un curriculum in formato europeo e da un documento di identità – entro il 31 agosto. Non farà fede la data sul timbro postale. Questo significa che, anche se la domanda sarà spedita per raccomandata entro il termine, qualora dovesse arrivare dopo la data prevista non sarà presa in considerazione.
Sarà compilato un elenco con le domande arrivate. Una commissione composta da delegati dell’Ast, dell’Agenzia per l’Impiego e del dipartimento Formazione professionale procederà quindi alla selezione dei candidati che dovranno sostenere un colloquio attitudinale su materie che riguarderanno il codice della strada e le norme sull’infortunistica e il primo soccorso, le norme sul trasporto di linea, le nozioni di meccanica, la cultura generale e l’attitudine al lavoro. Infine, è prevista una prova pratica di guida.
Sulla base dei titoli, del colloquio e della prova di guida verrà stilato una graduatoria, che dovrà essere approvata dal direttore generale dell’Ast e che sarà pubblicato sui siti dell’assessorato  e dell’azienda.
L’Ast attingerà dall’elenco degli Lsu che saranno avviati a tirocini formativi di 24 mesi, al termine dei quali, quelli valutati positivamente, saranno assunti a tempo indeterminato. Per ogni precario assunto a titolo definitivo, l’assessorato erogherà all’Ast un contributo una tantum di 21.691 euro.

Leave a Response