Savoca. Zona artigianale, 20 lotti da assegnare

SAVOCA – Seduta per il  consiglio comunale di Savoca convocato dal presidente Giuseppe Meesa per deliberare i tre argomenti all’odg. Di particolare importanza l’approvazione del regolamento comunale per l’assegnazione dei lotti nella costruenda area artigianale della frazione Contura, quale atto propedeutico per la richiesta dei fondi all’Assessorato regionale alla Cooperazione. Commercio, Artigianato e Pesca e finalizzati alla realizzazione delle opere di urbanizzazione primaria. Il primo stralcio del progetto interessa un’area di circa mq. 20.000  per un totale di venti lotti artigianali di circa mq. 450 cad.no. L’area ricade in gran parte sul terreno demaniale richiesto in concessione dal Comune di Savoca, e ciò, così come ha dichiarato il sindaco Nino Bartolotta, permetterà di economizzare sui costi di esproprio per la realizzazione dell’opera a tutto vantaggio delle imprese artigiane che parteciperanno all’assegnazione. Il civico consesso  ha anche deliberato la variazione alla destinazione d’uso della lottizzazione della “Limone Immobiliare s.r.l.”. Il progetto che inizialmente prevedeva un insediamento nella frazione Scorsonello di villette residenziale a schiera da adibire a civile abitazione, è stato modificato in un insediamento ricettivo e turistico di tipo alberghiero. Unanime soddisfazione è stata espressa dai componenti il consiglio comunale, i quali hanno positivamente sottolineato come la cittadina Savocese, ormai da alcuni anni sia  diventata oggetto di attenzione e investimenti da parte di operatori ed imprenditori turistici. Intanto la municipalità è già al lavoro per preparare al meglio la cittadina  per  la visita di Umberto Forte, ispettore che l’11 e il 12 agosto prossimi sarà in visita a Savoca per conto dell’esclusivo Club de “I Borghi più belli d’Italia” per il quale il Comune ha fatto richiesta d’inserimento. Arredo urbano, ospitalità, igiene e pulizia,  piano colore, tutela dei prospetti delle abitazioni, pregi artistici e monumentali, sono alcuni dei fattori della “carta di qualità” con cui il medievale borgo savocese dovrà confrontarsi per essere ammesso al Club e sancire la propria definitiva visibilità anche a livello nazionale, in termini turistici e di qualità della vita.
 
   

Leave a Response