Messina. Alla stazione Fs due arresti per droga

MESSINA – Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio predisposti dal Comando Provinciale di Messina,  i finanzieri della Compagnia di Messina, nel corso di un servizio di repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, presso lo scalo ferroviario di Messina, hanno tratto in arresto due cittadini extracomunitari N.A. di anni 24 e E.M.F. di anni 23, trovati in possesso di cinque panetti di hashish per un peso complessivo di oltre mezzo chilo.

Le Fiamme Gialle, all’alba, in concomitanza con il massiccio esodo estivo, hanno deciso di effettuare un controllo degli occupanti dei treni di lunga percorrenza in arrivo dal centro-nord Italia, con particolare attenzione su quello proveniente da Roma e diretto a Siracusa.

Durante l’ispezione dei finanzieri, all’interno della carrozza ferroviaria sono stati notati due cittadini extracomunitari addormentati sui sedili. Alla vista delle unità cinofile “Opa” e “Sacon”, repentinamente entrambi cercavano di darsi alla fuga, afferrando uno zainetto che portavano al seguito. Tale movimento non sfuggiva ai militari, che prontamente li bloccavano.

Contemporaneamente, proprio su segnalazione delle unità cinofile, veniva ispezionato lo zainetto dei due extracomunitari, all’interno del quale veniva rinvenuta la sostanza stupefacente.

A seguito di accertamenti, i due sono risultati immigrati clandestini, uno dei quali tra l’altro colpito da decreto di espulsione emesso nel 2006 dal Questore di Trapani.

Ancora una volta decisiva si è dimostrata l’azione dei cani antidroga in forza alla Compagnia di Messina e la sagacia delle Fiamme Gialle, che ha permesso di trarre in arresto i due corrieri extracomunitari con il carico di droga leggera.

A conclusione delle formalità di rito i due clandestini sono stati tradotti presso la locale casa circondariale a disposizione dell’autorità giudiziaria.

 

Leave a Response