S. Teresa. Scoppia la pace in consiglio comunale

S. TERESA DI RIVA – Pace fatta tra il gruppo che fa riferimento all’on. Carmelo Briguglio e la maggioranza del sindaco Morabito. Ieri sera, nel corso della seduta del consiglio comunale, Filippo Miano e Roberto Moschella hanno votato compatti con la maggioranza che adesso può contare sul supporto di 10 consiglieri. Che diventeranno 11 quando subentrerà nell’assemblea cittadina Salvatore Bucalo, secondo dei noi eletti nella lista di “Sicilia Vera”, anch’egli uomo di Carmelo Briguglio. Questa mattina, intanto, l’avv. Antonio Bongiorno, che sarebbe dovuto entrare in consiglio al posto della dimissionaria Pinella Aliberti, ha formalizzato la sua rinuncia in municipio. Tra gli argomenti approvati ieri sera dal civico consesso spicca una variazione di Bilancio che consentirà all’Amministrazione Morabito di mettere in cantiere alcune opere attese ormai da anni nella cittadina jonica. 377mila euro serviranno, infatti, per integrare un finanziamento regionale di 120mila euro che sarà utilizzato per realizzare l’impianto fognario nel quartiere Portosalvo. Soldi ricavati dall’avanzo di amministrazione quelli destinati alla fognatura di Portosalvo, così come i 300mila euro che sono stati invece destinati alla compartecipazione per il progetto di recupero del 1° piano della scuola elementare “Trimarchi” di Bucalo. Con gli interventi di ristrutturazione del piano terra già avviati, l’Amministrazione conta dunque di completare a breve l’iter per appaltare i lavori di sistemazione anche del 1° piano, in modo tale da risolvere una volta per tutte un problema che si trascina ormai da un decennio. Sempre nell’ambito della stessa variazione di bilancio, 100 mila euro di premialità sono stati spalmati su altre voci. Importante nel corso della stessa seduta anche l’inserimento nel Piano triennale delle opere pubbliche 2008/2010 del progetto di recupero del giardino di Villa Crisafulli-Ragno. Tutti gli argomenti proposti sono stati votati favorevolmente dalla maggioranza, mentre l’opposizione spesso ha preferito astenersi. Lo stesso gruppo di minoranza ha protesta quando dal consigliere Pablo Spadaro è stata avanzata la proposta di rinvio della seduta poco prima della discussione sulla relazione annuale del sindaco Morabito. “E’ un argomento che prevede un dibattito ampio e articolato – ha detto Spadaro – e i tempi ristretti che invece abbiamo a disposizione ci suggeriscono il rinvio”. Proposta approvata dalla maggioranza e seduta rinviata. Con la relazione del sindaco sono saltate anche le mozioni e le interrogazioni presentate dell’opposizione, rinviate alla prossima seduta. Infuriato il consigliere Chillemi: “La maggioranza non ha avuto il coraggio di proseguire con i punti all’ordine del giorno perchè oltre alle tre mozioni importanti della minoranza c’era da discutere la magra relazione annuale del sindaco. Ancora una volta –ha concluso Chillemi – l’amministrazione comunale di S. Teresa di Riva nonostante i numeri in consiglio, dimostra la sua scarsa preparazione politica e la mediocre capacità di guidare il paese”.

Leave a Response