Messina. La Uil: stabilizzare precari al Comune

MESSINA – I 304 lavoratori precari del comune di Messina rivendicano la stabilizzazione a 36 ore ed a tempo indeterminato. La Regione ha infatti detto no alla Finanziaria 2008 che, come per la Sanità, anche per le pubbliche amministrazioni prevedeva la stabilizzazione di tutti i precari.
Secondo l’assessorato Regionale degli Enti Locali la stabilizzazione del personale precario titolare di un contratto a tempo determinato, prevista dalle leggi finanziarie nazionali, non è applicabile in Sicilia in quanto la relativa normativa non è stata recepita con legge regionale.
“E mentre si aspetta la stabilizzazione a 36 ore con tanto di legge finanziaria nazionale – scrive la Uil in una nota – 193 precari del Comune di Messina sono ancora con un contratto a 18 ore settimanali con un misero stipendio da fame. E’ indispensabile – continua la nota del sindacato – adeguare tutti i contratti  dei lavoratori a 24 ore settimanali, e subito dopo applicare anche in Sicilia la finanziaria nazionale che detta chiare linee di stabilizzazione”.

Leave a Response