S. Teresa. Il Pd propone piano energetico

S. TERESA – Il circolo del Partito Democratico di S. Teresa continua a proporre al sindaco Alberto Morabito idee innovative per l’amministrazione del paese. Dopo aver sottoposto al primo cittadino un piano di mobilità alternativa, ecco una nuova proposta che a detta dei responsabili del Pd potrebbe far risparmiare al Comune jonica la considerevole cifra di 500mila euro annui sul fronte delle spese per il consumo di energia elettrica. Tra i punti politico-programmatici prioritari predisposti dal circolo del Pd figura infatti un nuovo piano energetico comunale, “strumento fondamentale – si legge in un comunicato stampa emesso ieri – per permettere di progettare la politica energetica della città coordinando le varie azioni, individuando soluzioni ampio respiro ed evitando gli sprechi. Ma come si può concretamente ottenere un risparmio di mezzo milione di euro? “Il progetto – spiega il segretario del Pd, Angelo Casablanca – prevede l’installazione di pannelli fotovoltaici, che permettono la produzione in proprio di energia elettrica, sull’impianto della pubblica illuminazione e negli edifici pubblici, quali impianti sportivi, scuole  di pertinenza comunale e municipio”. Secondo il piano energetico proposto dal Pd sarebbe necessario, inoltre, approvare un “regolamento edilizio di nuova concezione, per promuovere  nelle nuove costruzioni e nelle ristrutturazioni  incentivi per chi utilizza fonti di energia pulita da sancire attraverso un certificato di qualità energetica dell’edificio”. Infine di fondamentale importanza, sempre secondo il piano elaborato dal Pd, è necessaria una campagna di informazione ai cittadini sull’ importanza del risparmio energetico e sulla possibilità di dotarsi di impianti autonomi per la produzione di energia elettrica dal sole, che nel nostro territorio non manca di sicuro. “In parecchie città  italiane – spiega Casablanca – tale progetto è stato  attuato con  evidenti  vantaggi   ambientali  ed economici  per i cittadini e per le pubbliche amministrazioni. Il progetto – conclude il segretario del Pd dovrà certamente coinvolgere le imprese ricadenti sul  territorio  comunale, allo scopo principale di creare occasioni di lavoro su progetti ad alta innovazione tecnologica, soprattutto  tra i giovani”.

Leave a Response