In corso le operazioni ”Mare e spiagge sicure”

La Capitaneria di Porto di Messina ha avviato, con l’inizio della stagione balneare, le operazioni “Mare Sicuro 2008” e  “Spiagge Sicure 2008”, una massiccia attività di controllo delle coste volte a garantire l’ordinato e sicuro svolgimento delle attività connesse alla fruizione del mare nel rispetto delle vigenti disposizioni legislative e regolamentari. L’attività è stata preceduta da due riunioni tecnico-operative – tenute prima nei locali di questa Capitaneria e dopo nella sala consiliare del Comune di Roccalumera – tra i sindaci dei comuni costieri, le forze di polizia operanti sul territorio ed il Comandante SAMIANI, al fine di concordare eventuali azioni sinergiche per la massima sicurezza dell’intera collettività, coordinamento richiesto anche dal Prefetto di Messina in una apposita riunione interforze.
I controlli si stanno svolgendo con la massima regolarità, con particolare  attenzione al rispetto della normativa in materia di sicurezza balneare (limiti di velocità, limiti di distanza dalla costa) per garantire a tutti i bagnanti un tranquillo bagno in mare, così come tra l’altro disposto dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti On. Matteoli.
L’attività è particolarmente concentrata nei fine settimana e continuerà fino alla fine della stagione balneare in corrispondenza con la maggiore affluenza.
L’attività svolta in questi ultimi fine settimana è stata quindi volta in particolare a garantire che venissero rispettati, da parte delle numerosissime imbarcazioni ed acquascooters già presenti sulle coste, i limiti di navigazione previsti dalla vigente ordiananza di sicurezza balneare n° 52/06 (consultabile nel sito internet www.guardiacostiera.it/messina alla sezione ordinanze).
Le motovedette ed i gommoni della Guardia costiera, sotto il controllo della sala operativa della Capitaneria di Porto di Messina sono stati presenti, negli ultimi fine settimana, negli specchi acquei del litorale compreso tra Orto Liuzzo e Giardini Naxos ed in special modo nei pressi dell’isola Bella di Taormina e di Capo Peloro, con l’appoggio di pattuglie a terra. L’impegno dei mezzi della Guardia Costiera si è sostanziato quindi in una attività preventiva  volta a richiamare i conducenti di imbarcazioni e soprattutto di acquascooters al rispetto della vigente normativa ed alla osservanza di quelle norme di comportamento essenziali per la salvaguardia dell’altrui incolumità, nonchè per la propria sicurezza. Via terra sono già cominciati i primi controlli agli stabilimenti balneari per verificare la rispondenza degli stessi e controllare la piena efficienza dal punto di vista della sicurezza (presenza bagnini, dotazioni di sicurezza, cartellonistica di segnalazione divieti). Saranno impiegate tre pattuglie via mare  e due pattuglie giornaliere via terra.
L’attività disposta dal Comandante della Capitaneria Capitano di Vascello Antonino Samiani sarà coordinata dal Comandante in II Capitano di Fregata Salvatore Denaro.

 

Leave a Response