Camere di commercio, siglato protocollo d’intesa

MESSINA – “L’Area mediterranea dello Stretto rappresenta una realtà e un habitat unici a livello nazionale, baricentrici rispetto ai traffici e ai mercati del Mediterraneo, ove si coniugano attività imprenditoriali diversificate, anche in settori innovativi, in una rete infrastrutturale plurimodale: un’area dalla straordinaria opportunità di crescita solo se risorse, potenzialità e progettualità convergano nella impostazione e realizzazione di un sistema locale di sviluppo”. E il primo passo in questa direzione è la stipula del protocollo d’intesa tra le Camere di Commercio di Messina e Reggio Calabria, firmato questa mattina al Palazzo camerale dai presidenti e dai segretari generali dei due Enti, rispettivamente Vincenzo Musmeci e Lucio Dattola, Pietro Ilacqua e Antonino Palmieri. “Abbiamo sentito la necessità di intraprendere questa strada – afferma Musmeci – il primo passo verso una sinergia concreta che definisca e realizzi iniziative e progetti comuni per promuovere lo sviluppo economico dell’Area mediterranea dello Stretto. Altresì importante, è la cooperazione tra i due sistemi territoriali attraverso la costituzione di un “Forum dell’economia dell’Area mediterranea dello Stretto” nel quale coinvolgere le Università e gli Enti di Ricerca, tutti gli attori istituzionali, del credito e della finanza, dell’associazionismo economico e del sociale, le organizzazioni sindacali dei lavoratori, le agenzie tecniche pubbliche qualunque sia la loro forma giuridica. Oltre 150mila imprese “vivono” tra Messina e Reggio Calabria, separate da meno di 5 km: il protocollo porterà sicuramente anche a una riduzione delle distanze. E, in tal senso, non possiamo non pensare al Ponte: una realtà che noi auspichiamo”.
“Quello di oggi è un incontro tra uomini che rappresentano il mondo produttivo – dichiara Dattola – e, quindi, privilegiano più il fare che il dire. Come questo protocollo dimostra. La nostra intenzione è quella di fare rete, cercando di capire quali sono le esigenze delle due città. Due comunità e due mondi produttivi che hanno molto in comune. Anche i problemi. Si sente costantemente parlare di alta velocità, che però si ferma a Salerno. Mentre non si parla più di corridoio 1, da Berlino a Palermo. Fare rete è davvero essenziale”.
Alla conferenza stampa hanno preso parte oltre ai segretari generali delle Camere di commercio di Messina e Reggio Calabria, Ilacqua e Palmieri, anche il vicepresidente della Camera di commercio di Messina, Enzo Siracusano, i componenti della giunta camerale di Reggio Calabria, Attilio Funaro e Salvatore Ziino Colanino, il presidente della Fondazione “Mediterranea” di Reggio Calabria, Vincenzo Vitale, e il presidente della Fondazione Area dello Stretto “Zancle” di Messina, Antonino Versaci.

Leave a Response