Taormina. Controlli antidroga, arresto e denunce

TAORMINA – Proficuo servizio di prevenzione dei carabinieri della Compagnia di Taormina che nello scorso fine settimana sono stati impegnati con oltre 20 militari nelle località di maggiore afflusso turistico della riviera Ionica. In tale contesto, particolare attenzione è stata posta   verso i centri turistici di maggiore rilievo quali Taormina e Giardini Naxos, che da diversi giorni sono meta di migliaia di giovani vacanzieri alla ricerca di divertimento e spensieratezza. I militari delle stazioni carabinieri e gli equipaggi del Nucleo radiomobile, opportunamente coordinati dalla Centrale operativa di Taormina, sono stati posizionati sulla rete viaria principale (strade statali e svincoli autostradali) controllando il rispetto delle norme del Codice della strada. I carabinieri si sono serviti di  etilometri per accertare i livelli di tasso alcolemico degli automobilisti al fine di garantirne la sicurezza nella conduzione dei veicoli. Nello specifico sono state elevate 35 contravvenzioni e sono state ritirate nove patenti di guida. Hanno invece operato nei vari locali della riviera, al fine di garantire la sicurezza del “popolo della notte”, i militari in abiti civili del Nucleo operativo della Compagnia di Taormina, che proprio nella cittadina naxiota, hanno arrestato Valerio Alberto Ponzio, di 21 anni, originario di Catania. I carabinieri del Nucleo operativo, lo hanno fermato all’interno di un noto dancing dopo averlo seguito nel corso dell’intera nottata. I militari dell’Arma sono intervenuti quando il giovane, vistosi braccato, si è disfatto di un involucro nel quale erano occultate 30 pasticche  ecstasy con il logo “Topolino”. Lo stupefacente, immediatamente recuperato, è stato posto in sequestro unitamente al denaro detenuto dal giovane e considerato provento di attività delittuosa. Con l’accusa di detenzione a fini di spaccio, Ponzio è stato arrestato e trasferito presso la casa circondariale di Messina Gazzi. Nel corso della medesima attività di servizio, i carabinieri hanno inoltre denunciato a piede libero altri cinque giovani: un 24enne di Siracusa, un 23enne di Catania, un 22enne di Comiso (Rg), e per concludere di giovani taorminesi di 20 e 19 anni. Per tutti l’accusa è di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Tra le sostanze sottoposte a sequestro, oltre alle più note “hashish” e “marijuana” anche della pericolosa droga sintetica del tipo “Mda”.

Leave a Response