Taormina. Passalacqua ai ministri: ‘Impegnatevi’

TAORMINA – Proprio nei giorni in cui sta per insediarsi la Giunta, il sindaco, Mauro Passalacqua, ricorda alcuni momenti della campagna elettorale che lo ha visto in concorrenza con l’onorevole Carmelo Briguglio. Ricorda, tra l’altro, la presenza a Taormina nel vivo della campagna elettorale, di tre ministri del governo nazionale e del sindaco di Roma. Ignazio La Russa, Andrea Ronchi, Giorgia Melani e del primo cittadino di Roma, Gianni Alemanno. “Vennero a Taormina – dice Passalacqua – per sponsorizzare la candidatura di Briguglio”.
Nell’occasione, parlando in piazza IX Aprile ed anche nelle frazioni di Mazzeo e Trappitello, s’impegnarono a favorire la realizzazione di una serie di progetti. “Presero, voglio credere, impegni – dice adesso il sindaco eletto- non con i sostenitori dell’onorevole Briguglio ma con l’intera città. Per questo, adesso –continua Passalacqua- abbiamo deciso di ricordare ai ministri le cose di cui hanno parlato ai taorminesi. Non penso che, visto che l’onorevole Briguglio non è stato scelto come sindaco di Taormina, si sono dimenticati delle loro promesse, anzi dei loro solenni impegni. I taorminesi, tutti, attendono risposte dai ministri”.
Le dichiarazioni dei rappresentanti del governo Berlusconi sono adesso all’ordine del giorno a Palazzo dei Giurati, perché fanno parte, anche se in termini diversi, del programma del nuovo sindaco. Passalacqua, a questo proposito dice: “La Russa, Ronchi e Melani, si sono impegnati per il casinò, per un Ufficio Politiche Comunitarie, ed anche di politiche per i giovani, di rafforzamento dei servizi di vigilanza. Il ministro della difesa, addirittura, firmò, pubblicamente, un atto d’impegno per far riaprire a Taormina la casa da gioco. Ronchi, invece, disse che è possibile accedere ai fondi europei per realizzare importanti infrastrutture a cominciare dal porto turistico. Sono questi problemi – continua – sui quali la mia giunta inizierà a lavorare appena insediata. Ne abbiamo tutta la voglia e le competenze tecniche e politiche. Certo, però, che sarebbe bene che gli impegni dei ministri si trasformassero in iniziative concrete”.
Anche il sindaco Alemanno, durante una manifestazione per “Briguglio sindaco”, fece dichiarazioni che catturarono l’attenzione degli elettori taorminesi. “Il sindaco di Roma – ricorda Passalacqua – promise un collegamento diretto tra la capitale e la nostra città. Promise, soprattutto, il trasferimento a Taormina di una parte del programma del David di Donatello, che proprio a Taormina assunse il ruolo di manifestazione di valore e di spessore internazionale. Alemanno disse anche che la città di Roma era pronta a collaborare con Taormina per una serie di iniziative culturali capaci di rivitalizzare il nostro patrimonio storico”.
  

 

Leave a Response