“A Taormina Forum per le università meridionali”

 “Organizzare a Taormina un forum delle Università meridionali per dibattere sul futuro degli Atenei e programmare uno sviluppo della conoscenza compatibile con le aspettative dei nostri giovani, ai quali deve essere data la possibilità di spendere sul territorio di appartenenza le conoscenze acquisite nei loro percorsi universitari”.
Questo il messaggio forte lanciato dal Rettore dell’Università di Messina, prof. Francesco Tomasello, nell’incontro svoltosi oggi nell’Aula Magna dell’Ateneo, con il Sottosegretario di Stato all’Istruzione, Università e Ricerca, prof. Giuseppe Pizza, nel corso del quale è stato fatto il punto sulle nuove linee guida che il neo Ministro Maria Stella Gelimi intende applicare al sistema universitario nazionale, per renderlo più competitivo.
Il Rettore, nel suo intervento, dopo avere riaffermato la “storica” vocazione dell’Università di Messina come Ateneo dello Stretto, in forza degli gli stretti legami che sono sempre stati alla base dei rapporti tra le città di Messina e di Reggio Calabria, ha spiegato come gli Atenei meridionali non sono affatto contro la cultura della valutazione. Al riguardo, l’Università si è di recente dotata di un nuovo strumento – gli indicatori di coerenza didattica della propria offerta formativa e del livello di produttività scientifica del proprio corpo docente – che, premiando le Facoltà virtuose con un premio del 30%, fa di Messina una vera e propria “stella polare” nell’ambito della cultura della valutazione.
Il Rettore, ancora, ha puntualizzato come tra i principali obiettivi dell’Ateneo, ci siano la riduzione degli abbandoni e l’incremento del numero dei laureati, la trasformazione della P.A. in direzione della cultura della legalità e della trasparenza, il volere assicurare al nostro territorio un ruolo di cerniera nell’area del Mediterraneo, contribuendo grazie alla certezza del diritto al miglioramento dei rapporti tra i popoli, ed infine una più stretta interazione con il mondo del lavoro e della produzione, per favorire gli sbocchi occupazionali dei giovani messinesi.
Il Sottosegretario Pizza, si è dichiarato entusiasta della proposta di istituire a Taormina un forum delle università meridionali, assicurando tutto il suo autorevole impegno governativo per tramutare la proposta in realtà, ed ha, poi, anticipato che il G8 del 2009, del quale l’Italia avrà la presidenza di turno, si svolgerà anch’esso a Taormina.
“Sono un meridionale, per nascita (è nato in Calabria, a S.Eufemia d’Aspromonte) per cultura e per formazione politica e sono convinto che il futuro del nostro Paese si gioca sullo sviluppo dell’Università e della Ricerca, attraverso dei punti fermi che si chiamano autonomia, valutazione e merito”.
“So che l’Università di Messina – ha poi proseguito il Sottosegretario – sta puntando molto sull’internazionalizzazione, sia in direzione dei Paesi del’Area del Mediterraneo, sia dei Paesi dell’Est europeo. Si tratta di una strategia che vedo favorevolmente, perché è proprio grazie alla diffusione della conoscenza e dei saperi che possono costruirsi occasioni di pace e di sviluppo economico che implementano la collaborazione tra i popoli di diversa etnia, razza, cultura e religione”.
L’uomo di governo ha concluso il suo intervento, sottolineando come negli ultimi 15 anni il divario Nord-Sud si sia ulteriormente ampliato “ma noi dobbiamo combattere per evitare di trovarci di fronte sempre più un Paese che viaggia a due velocità e puntare ad implementare le risorse destinate alla ricerca, passando dall’attuale 1,6 al 3%, attraverso la creazione dei Poli Integrati di Ricerca che, da una parte devono vedere coinvolte le Università meridionali, e dall’altra devono diventare uno strumento strategico di sviluppo dell’intero Meridione d’Italia.”
All’incontro di oggi hanno partecipato il Senato Accademico, il Rettore dell’Università “Kore” di Enna, Salvo Andò, l’on. Francesco Stagno d’Alcontres, il neo presidente delle Provincia Regionale di Messina, on. Nanni Ricevuto ed un folto gruppo di docenti del nostro Ateneo.

Leave a Response