Alla scoperta dell’Agrò, la Valle dei tesori

S. TERESA DI RIVA – Nella sala di rappresentanza di Villa “Crisafulli – Ragno” a S. Teresa di Riva è stato presentato il lungometraggio “La Valle dei tesori : un viaggio alla scoperta della Val d’ Agrò” con il patrocinio dell’ Agenzia di Sviluppo Ionico Peloritani e del Consorzio Val d’ Agrò.
Presenti alla proiezione il dirigente scolastico dott.ssa Maria Francesca Ruggeri, il presidente del Consiglio di Istituto  Cucinotta, i sindaci dott. Alberto Morabito, Antonio Di Ciuccio, Onofrio Rigano, l’assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Savoca dott.ssa Cettina Pizzolo, il Dott. Andrea Ceccio, presidente dell’ Agenzia di Sviluppo Ionico Peloritani, il Prof. F. Trimarchi dell’ Università di Messina, il dott. Santino Mastroeni, presidente dell’ Archeoclub S. Teresa di Riva, il dott. Nello Di Bella presidente dell’Università della Terza Età, la Prof. Cettina Sciacca dell’ Associazione Sikilia, il dott. R. Sergi presidente Enalpesca S. Teresa di Riva. Protagonisti gli alunni della V classe della Scuola primaria di Cantidati, tutti presenti in sala , con genitori, nonni, amici e docenti. Il lungometraggio il cui soggetto e sceneggiatura sono delle insegnanti Bonura e Paolini sviluppa la sua trama attorno ad un gruppo di turisti inglesi ed americani che vengono a visitare la Sicilia e che fanno una sosta in particolare nella Val d’ Agrò. Durante il loro tour scoprono non solo paesaggi naturali, capolavori artistici, fatti culturali famosi dei vari periodi storici, tradizioni religiose, ma vivono un’ esperienza di viaggio interiore che li porta alla consapevolezza che tutti, nessuno escluso, devono essere custodi dei tesori scoperti. Elemento centrale ed aggregante della Val d’ Agrò è il torrente omonimo che da Antillo fino al mare lambisce i nove comuni che vi si affacciano.
L’ iniziativa è molto utile per la crescita umana, sociale, culturale degli alunni ai fini della costruzione della loro identità e per valorizzare, amare, rispettare, tutelare il patrimonio del nostro territorio così ricco di potenzialità preziose che possono costituire una risorsa per il loro futuro.
Interessante la mostra fotografica “Dietro …la Quinta”, backstage del set cinematografico.

Leave a Response