S. Alessio, due giovani in manette per droga

S. ALESSIO SICULO – Con la stagione estiva ormai alle porte si intensificano lungo la riviera Jonica i controlli dei militari dell’Arma per prevenire il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti. Ha avuto buon esito in tal senso il servizio preventivo scattato all’alba di ieri e protrattosi per tutta la giornata, che ha portato all’arresto di due giovani nell’abitato di Sant’Alessio Siculo. Le pattuglie dell’Arma, coordinate sul territorio dalla Centrale operativa di Taormina, hanno eseguito posti di blocco lungo le principali vie di comunicazione effettuando, in particolare, perquisizioni a campione nei confronti di gruppi di giovani in sosta nelle piazze cittadine o mentre a bordo dei propri mezzi stavano raggiungendo le località balneari. Oltre 50 le persone sottoposte a controllo e ben 15 le infrazioni amministrative al codice della strada contestate. Nei confronti dei conducenti delle autovetture o dei motocicli, i carabinieri hanno eseguito verifiche avvalendosi degli etilometri al fine di accertare l’abuso di sostanze alcoliche; in tale contesto, a fronte di 20 persone sottoposte alla “prova del palloncino” solo nei confronti di 4 conducenti si è ricorsi al ritiro della patente di guida. Ma il momento culminante dell’operazione si è avuto proprio nella prima mattinata di ieri quando un’autovettura sospetta ha tentato di eludere un controllo dei Carabinieri. Immediato l’inseguimento dei militari nei confronti di due giovani a bordo di una  Bmw che si è concluso sul lungomare di S. Alessio Siculo. Nel corso della perquisizione veicolare i Carabinieri hanno rinvenuto un grosso panetto di   “hashish” del peso complessivo di circa 150 grammi. I due occupanti, Antonino Bigone, 30 anni  e Attilio Brancato, 25 anni,  sono stati fermati e arrestati. I Carabinieri hanno inoltre rinvenuto, sempre a bordo dell’autovettura, un bilancino di precisione ed un coltello utilizzato per tagliare le dosi di sostanza stupefacente. I due giovani   sono stati trasferiti al carcere di Messina Gazzi dove dovranno rispondere di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Leave a Response