Alì Terme, il trionfo del sindaco Lorenzo Grasso

ALI’ TERME – Lorenzo Grasso, 50 anni, investigatore privato, è stato confermato sindaco di Alì Terme. Ha stravinto nei confronti del suo avversario più temibile, il dott. Antongiacomo Rizzo. Terza posizione per il rag. Sebastiano Brunetto.
Grasso ha ottenuto 904 voti e 907 di lista; Rizzo 717 con 698 di lista; Brunetto 206 e 203 di lista. Grasso, dunque, ha prevalso per 187 suffragi. Una tornata elettorale all’insegna della continuità e allo stesso tempo di rinnovamento visto che la lista di Grasso ”Alì Terme nel cuore” è composta prevalentemente da giovani emergenti della politica locale. «La vera rivoluzione di questa campagna elettorale – ha detto il confermato sindaco in quota all’on. De Luca – è nelle potenzialità della mia squadra, lontana da interessi personali e motivata per lavorare affinché si possano cambiare le sorti future della nostra città, che possiede tutti i requisiti per recitare un ruolo importante».
Per Rizzo, chirurgo al Policlinico di Messina che dal 1994 al 2003 era stato sindaco, è una sconfitta che molto probabilmente ha segnato la sua fine politica, almeno per quanto riguarda Alì Terme.
Per Brunetto, vicensidaco fino al 2003 con Rizzo, sostenuto dalla compagine ”Uniti per Alì Terme” è stata una partecipazione sottotono imbrigliato com’era tra i due principali antagonisti.
La vittoria di Grasso va ricercata anche nella lista che lo ha sostenuto dove figurava, tra gli altri, l’uscente assessore Peppinello Marino (135 preferenze). Una menzione meritano Carmelo Sparacino con le sue 110 di preferenza, Marco di Nuzzo con 84. Nel gruppo che ha trionfato rimane fuori dal Consiglio Paolo Andronaco che si è fermato a 40 preferenze. A ricoprire la carica di vicesindaco sarà Marino.

 

Leave a Response