S. Teresa, premiati studenti dello Scientifico

S. TERESA DI RIVA – C’erano le massime cariche sportive e scolastiche, provinciali e regionali, ad accogliere al rientro in Sicilia gli studenti della 2ªB del Liceo scientifico “C. Caminiti” di S. Teresa di Riva, campioni nazionali di calcio a 5 under 16. Un titolo conquistato alle finali di Riccione della “Fuoriclasse Cup”, la prestigiosa manifestazione organizzata dal settore giovanile della Figc. Ed è stata festa grande nella palestra del liceo santeresino, dove i ragazzi sono stati accolti da docenti, genitori e compagni con striscioni e applausi scroscianti. Una cerimonia ufficiale alla quale non hanno voluto mancare il Provveditore agli Studi di Messina, Gustavo Ricevuto, il presidente provinciale del Coni, Giovanni Bonanno, e il Presidente del Comitato Regionale del Settore Giovanile e Scolastico della Figc, Aldo Violato. A fare gli onori di casa il dirigente scolastico, Santo Torrisi, che ha speso parole di elogio per i suoi studenti, ringraziandoli per aver portato in alto il nome dell’istituto santeresino. Dello stesso tenore gli interventi dell’assessore allo Sport, Nat Puglisi, e del dirigente del Liceo Classico “Trimarchi”, Rosario Calabrese. Davanti a loro, in prima fila, gli “eroi di Riccione”: il capitano Andrea Di Bella, il bomber Giuseppe Toscano (3 gol su 4 messi a segno in finale), il centrocampista Agatino Riposto, il portiere Stefano Gallina, i difensori Paolo Amato, Antonino Spadaro e Vincenzo Maccarrone. Senza dimenticare Fabio Santoro e Vito Pellizzeri, i due “giornalisti” che hanno realizzato un video sul calcio risultato determinate per il successo finale, considerato che oltre a vincere sul campo bisognava convincere anche sui “banchi”, presentando un elaborato didattico di fronte ad una giuria. Visibilmente emozionato il prof. Giovanni Maugeri, insegnante di educazione fisica che ha preparato e seguito la squadra per tutto il torneo, mentre il prof. Pasquale Zaffino, altro docente protagonista dell’impresa, è stato raggiunto telefonicamente a Bologna. Un caloroso applauso è stato rivolto anche alla formazione femminile del “Caminiti”, giunta sino alla finale di Riccione, non riuscendo però a bissare il successo dei maschi. Poi il consueto scambio di doni e la premiazione finale con le medaglie ricordo consegnate ai giovani campioni. Adesso voleranno a Zurigo, dove tra qualche giorno assisteranno per premio alla partitissima degli Europei di calcio Italia-Francia.

Leave a Response