Furci Siculo. “Colpi bassi” in piazza S. Cuore

FURCI SICULO – Si infiamma la campagna elettorale per le amministrative e puntuali, secondo previsione, sono stati sferrati i primi colpi bassi. Le due compagini in competizione, “Furci libera” e “Civiltà a progresso” sono tornate a riempire la piazza principale del paese con una seconda tornata di comizi al vetriolo: agli attacchi del candidato sindaco Bruno Parisi, sostenuto da Furci Libera, hanno fatto seguito le bordate di Mario Balletta, massima espressione di Civiltà e progresso. Spazio anche ai candidati, per farsi conoscere dalla gente. I temi al centro del dibattito spaziano dalle vicissitudini che hanno caratterizzato negli ultimi anni la realizzazione e l’efficienza dell’acquedotto di Artale al Parco suburbano realizzato tre legislature addietro ad opera dell’amministrazione guidata dall’allora sindaco Domenico Ventura e mai inaugurato (necessitano ancora delle opere di consolidamento). I riflettori sono stati inoltre puntati sulla necessità di risanare la villa comunale, alla mercé degli ambulanti, e sull’improcrastinabilità di un piano viario che liberi le vie del centro dagli ingorghi. Temi che si intrecciano nei programmi dei due aspiranti alla carica di primo cittadino anche se affrontati in modo diametralmente opposto, con accuse di precise responsabilità lanciate da Parisi all’amministrazione uscente e repliche perentorie di Balletta. Quest’ultimo in più occasioni ha ricordato “i debiti fuori bilancio che hanno ingessato l’attività della Giunta nel corso degli ultimi dieci anni. Debiti – sottolinea Balletta – contratti da amministratori vicini a Parisi”. Furci Libera ha attaccato anche sugli apparentamenti, su candidati eletti cinque anni fa nelle fila dell’opposizioni e transitati dall’altra parte della barricata. Per “rinfrescare” la memoria sono state proiettate anche delle immagini di comizi tenuti un lustro addietro da Balletta e dal sindaco uscente a lui vicino Sebastiano Foti in cui si criticavano candidati adesso al loro fianco . Filmato fortemente criticato da Foti e Balletta: “Nelle due liste in competizione – ha tonato il sindaco uscente Foti – nessuno può permettersi il lusso di parlare di coerenza. Tutti sono stati con tutti e contro tutti, a partire dal’aspirante primo cittadino Parisi che è stato con me e contro di me…”. Piazza S. Cuore tornerà a pullulare di gente domenica  martedì sera. Negli ultimi giorni si sono animati i quartieri di periferia con una serie di comizi tenuti a Madonna delle Grazie, nella zona Nord, e a S. Antonio; nella piazza della frazione Calcare e in quella della borgata collinare Artale. Ovviamente non manca il porta a porta, intramontabile tradizione nei piccoli paesi.

 

Leave a Response