Messinambiente paga stipendi, l’emergenza resta

MESSINA – Messinambiente eroga, finalmente, gli stipendi di aprile ai dipendenti ma la situazione per la Cisl resta molto grave. Le condizioni meteo stanno compromettendo ogni utile sforzo o qualsiasi possibile soluzione del problema. Per questo, allo stato attuale delle cose, secondo la Cisl è da irresponsabili lo stucchevole conflitto in atto tra soggetti istituzionali. “Si gioca al rimpallo e alla ricerca delle responsabilità altrui – afferma il segretario generale della Fit Cisl di Messina, Enzo Testa – piuttosto che fare quadrato per risolvere i problemi. La situazione è grave ma per costoro non sembra seria. Ci sono in ballo le condizioni di vita e di lavoro di oltre 500 famiglie e oggi purtroppo anche quelle di una intera comunità alle prese con un servizio che i cittadini pagano ma che non si sta rivelando all’altezza per come è chiaro camminando per le strade”. Per la Cisl la vacatio amministrativa non deve rappresentare un alibi e non
legittima alcuno a giocare partite contrarie al bene di una già disastrata città. “Oggi è tempo di riportare ordine, di affrontare l’emergenza e di consentire il superamento dello stallo elettorale – continua Testa – Spetta a chi sarà eletto sindaco di questa città alle prossime elezioni operare le scelte idonee, funzionali e durature per risolvere il problema rifiuti in città visto che ormai si ha la consapevolezza che i mezzi vetusti, l’organizzazione del lavoro e la mancata raccolta differenziata non consentono di dare un servizio efficiente neanche in condizioni normali. Figuriamoci in stato d’emergenza. Scelte che certamente non possono prendere gli attuali “gestori” pro tempore della cosa pubblica Comune, Ato, Messinambiente che, invece di risolvere i gravi problemi attuali fanno di tutto per complicare e rendere difficile il superamento della crisi”.
La Cisl sottolinea come, in questa emergenza, i lavoratori e le Organizzazioni sindacali hanno dimostrato correttezza e grande rispetto per la comunità.
“Auspichiamo – conclude Enzo Testa – che tutti, in queste difficili ore, dimostrino altrettanta correttezza e rispetto operando per il bene della collettività e dei lavoratori. La soluzione delle problematiche legate ai
rifiuti è da ricercare a mente fredda e non a caldo. E oggi il clima è eccessivamente arroventato”.

Leave a Response