Taormina, sportello giovani in cerca di lavoro

TAORMINA- Entrerà in funzione entro la fine dell’anno, uno sportello operativo inserito nel progetto Ce.P.La. ideato e coordinato dal Forum Nazionale Gex (giovani ex allievi salesiani) che ha lo scopo di dare assistenza e consulenza ai giovani in cerca di lavoro. E’ stato annunciato al termine dei lavori della Consulta Gex svoltasi nella casa salesiana di Taormina. Tema dei convegno : “Senza lavoro non c’è futuro”. Ai lavori hanno partecipato: il presidente degli ex allievi di Sicilia, Pino Orlando, il consulente Giovanni Costanza, il presidente ex allievi di Barcellona Pozzo di Gotto, Felice Spinella.
“Nel corso della Consulta, in pratica –dice il presidente degli ex allievi di Taormina, Salvatore Lo Re- è stata avviata un’attenta riflessione su quanto questa città, da tutti ritenuta ricca e vitale, ma nella quale non mancano le difficoltà di trovare un’occupazione dignitosa che possa dare un supporto a quanti si affacciano al mondo del lavoro, non pesare più sui genitori, mettere su famiglia e contribuire alla costruzione di un mondo migliore, Oggi, anche a Taormina, per trovare occupazione –continua Lo Re- non basta più essere in possesso di un titolo di studi”. Alternativa l’emigrazione in altre regioni o all’estero.
Il piano salesiano guarda ad un progetto professionale di vita. Di fatto il gruppo Gex e l’intera organizzazione salesiana siciliana va a coprire una lacuna che le istituzioni pubbliche di Taormina non hanno saputo affrontare. Per anni le varie amministrazioni comunali, i sindacati locali hanno progettato di varare una Consulta dei giovani. L’ultimo tentativo risale alla fine degli ani ’90 quando a Palazzo dei Giurati si guardava con attenzione al coinvolgimento delle varie categorie (giovani, anziani, donne) per definire e programmare attività capace di dare risposte alle parti sociali. I risultati sono deludenti: manca una politica sulle esigenze dei giovani, non esiste un centro pubblico di osservazione e valutazione dei problemi dei ragazzi, specie di quanti sono in cerca di lavoro.
A proposito dell’attività “sociale” dei salesiani, al momento in Sicilia sono già in funzione i centri di Promozione e Lavoro a Catania, Agrigento, Gela e Barcellona Pozzo di Gotto. Non si tratta di semplici sportelli ma di luoghi d’accoglienza ed ascolto in grado di riferire notizie sul mondo del lavoro ma soprattutto di potenziare le capacità di ricerca del lavoro. “Anche a Taormina –spiega Lo Re- lo sportello fornirà informazioni e consulenza. Per questo, anche con la collaborazione di operatori e d’imprenditori di scuole e d’imprese,  stiamo progettando di organizzare corsi di formazione professionale. Nel programma, per cercare di sensibilizzare gli enti, a cominciare dal Comune, del territorio non mancheranno i convegni, le tavole rotonde, i seminari, le giornate di studio su temi specifiche di sicuro interesse locale e giovanile”.
Vista la particolare natura dell’imprenditoria taorminese, il Centro Promozione e Lavoro, punterà all’autoimprenditorialietà, specie in forma di cooperativa per stimolare quanto più possibile alla creatività dei giovani per orientarli verso attività richieste dalle esigenze del territorio.
.

Leave a Response