”Le Olimpiadi del Cuore” a Taormina e Giardini

TAORMINA – Sarà Teo Teocoli a fare da gran cerimoniere per le “Olimpiadi del cuore estive 2008” che quest’anno si svolgono tra Catania, Giardini Naxos e Taormina.  Il comico milanese, venerdì 30 maggio, presenterà “Spettacolo a richiesta” che lo vedrà lo vedrà, al Teatro Antico a partire dalle 21,30, nella riproposta di alcuni dei personaggi che hanno caratterizzato le sue performance degli ultimi tempi. Nel 2007, le Olimpiadi del cuore hanno visto il coinvolgimento di Rimini, San Benedetto del Tronto, Cagliari, Cattolica, Ostia ed Jesolo.
Come nelle passate edizioni, la manifestazione servirà, principalmente, a raccogliere di fondi da destinare alla ricerca e nel trattamento della leucemia e dei tumori infantili. Anche per questo l’iniziativa ha come referente la Fondazione Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze.
Le Olimpiadi del cuore sono considerate un valido esempio di come si può coniugare passione sportiva e solidarietà. Partendo dai bambini fanno propria la missione di educare e trasformare un gesto di solidarietà in cultura della solidarietà.
Il programma è basato su iniziative sportive che vedono come campo di gara le spiagge di Giardini Naxos dove si svolgeranno incontri di beach soccer, beach volley, tam beach, water volley e canoa. Le gare sono previste per domani e domenica a Naxos a partire dalle 9,30. In programma anche un incontro di basket tra la nazionale dei magistrati e una rappresentativa delle Olimpiadi del cuore.
“Questa –dice Paolo Brusio che è uno dei testimonal della manifestazione- è un’iniziativa ormai consolidata. E’ un vero e proprio evento d’eccellenza. A renderla tale non è solo la crescente partecipazione di pubblico e i risultati ottenuti in termini di raccolta fondi, ma anche e soprattutto i sentimenti di solidarietà che ha saputo fare propri. L’idea che la ispira è l’integrazione tra diversi mondi che, sebbene separati nella realtà di tutti i giorni, trovano durante l’evento positiva sincronia: il mondo dei VIP e quello della gente comune e dei giovani ed il mondo, spesso dimenticato, dei più sfortunati e bisognosi. Grazie alle Olimpiadi del cuore, tutti insieme riescono a dare vita ad una manifestazione caratterizzata dell’entusiasmo che riescono a coglierne lo spirito innovativo”.

Leave a Response