Taormina, controlli dei Cc nelle discoteche

TAORMINA –  Raffica di controlli da parte dei carabinieri della Compagnia di Taormina in occasione del 1. maggio, al fine di garantire maggiore sicurezza ai villeggianti che avevano deciso di trascorrere il primo ponte pre-estivo nella Perla dello Jonio. Oltre 40 i Carabinieri impiegati che hanno operato verifiche con particolare riferimento al controllo della circolazione stradale ed al contrasto del consumo di droghe. Posti di controllo sono stati effettuati all’uscita dei raccordi autostradali di Taormina e Giardini Naxos dove, gli equipaggi dell’Aliquota Radiomobile e delle stazioni carabinieri hanno verificato, attraverso l’impiego degli etilometri, il tasso alcolemico dei conducenti dei veicoli; in tale contesto oltre 157 le persone sottoposte a controllo e ben 13 le persone segnalate all’autorità amministrativa perché il loro tasso alcolico riscontrato era superiore a quello consentito. I controlli sulle arterie stradali, proseguiti per tutta la giornata, hanno permesso altresì di accertare numerose violazioni per il mancato uso delle cinture di sicurezza e del casco protettivo, e per l’uso del telefonino cellulare durante la guida dei veicoli. Sono invece entrati in azione, nel corso della nottata, i carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Taormina che hanno operato dei controlli presso i numerosi night e discoteche di Giardini Naxos. I militari dell’Arma hanno passato al setaccio le più importanti discoteche della riviera sorprendendo tra i numerosi avventori un giovane messinese che tentava di cedere un involucro di sostanza stupefacente ad un suo coetaneo. Paolo Rinaldi, 19 anni, studente, è stato fermato dai Carabinieri in piena pista da ballo; dopo la perquisizione personale è stato trovato in possesso di altri 15 grammi di marijuana.  Rinaldi dopo le formalità di rito è stato quindi associato al carcere di Messina Gazzi. Nel corso dei controlli eseguiti nelle discoteche inoltre sono stati fermati altri 8 giovani trovati in possesso di piccole quantità di sostanze stupefacenti (ecstasy – hashish – marijuana); per tutti è scattata la segnalazione all’autorità amministrativa messinese.

Leave a Response