“Pulizia della spiaggia, intervenga l’Unione”

S. TERESA DI RIVA – La stagione estiva è ormai alle porte. Il principale (e forse unico) biglietto da visita per la promozione e la valorizzazione del comprensorio jonico è rappresentato dalla spiaggia e dal mare, che versano in pessime condizioni igieniche. L’indecoroso quadretto dell’arenile è stato stigmatizzato dal presidente del Consiglio dell’Unione dei Comuni delle Valli Joniche dei Peloritani, Nino Muscarello, il quale ha inviato una lettera, che conclude con una proposta, al presidente della Giunta dell’Unione, Giovanni Foti, al presidente della Provincia regionale di Messina, Salvatore Leonardi e al presidente dell’Ato Messina 4, Leonardo Racco. “L’unione dei Comuni – sottolinea Muscarello – si prefigge quali obiettivi principali, tra i tanti, quello di promuovere l’equilibrato assetto del territorio nel rispetto e nella salvaguardia dell’ambiente e della salute dei cittadini, migliorando la qualità di tutti i servizi erogati nei singoli paesi. Il tutto, al fine di ottimizzare le risorse economiche e finanziarie degli stessi. Inoltre, dallo statuto, è affidato all’Unione l’esercizio congiunto di iniziative e interventi nei settori turistico ed ambientale”. Dalla teoria alla pratica il passo è breve: “Ormai da diversi anni – incalza Muscarello – per ciò che concerne   la pulizia delle spiagge, assistiamo impotenti ad un continuo rimbalzo di responsabilità tra i singoli Comuni, la Provincia regionale di Messina e l’ambito territoriale ottimale denominato Ato 4. Non si capisce chi debba realmente interessarsi e quindi impegnarsi economicamente e materialmente al mantenimento ed alla pulizia del litorale. Il risultato, quasi sempre, tranne rare eccezioni – constata con amarezza il presidente del Consiglio dell’Unione – è che le nostre spiagge si presentano al via della stagione balneare sempre sporche ed in pessime condizioni igienico – sanitarie, danneggiando in maniera grave l’immagine turistica del nostro comprensorio”. Nino Muscarello, propone al presidente dell’Unione dei Comuni “di attivarsi immediatamente per valutare la possibilità, in sinergia con tutti i sindaci dei Comuni ricadenti nell’Unione (che vanno da Scaletta Zanclea a S. Alessio Siculo), con i responsabili dell’Ato4 e della Provincia regionale di Messina, di sollecitare gli organi competenti o di  dar vita ad una convenzione che impegni l’Ambito territoriale, periodicamente e per tutta la stagione estiva,  ad espletare il servizio di pulizia delle spiagge, in modo  da realizzare un servizio efficace ed economicamente conveniente”.

Leave a Response