Messina, lavavetri aggrediscono automobilista

MESSINA – Due lavavetri marocchini sono stati arrestati dai carabinieri a Messina per aver tentato di estorcere denaro ad un automobilista trapanese appena sbarcato con un’Opel “Astra” da un traghetto nella rada San Francesco di viale Liberta’. Nonostante il rifiuto del conducente dell’auto, Brhaim El Hamidy, 20 anni, e Jounes El Mouadden, 24 anni, gli hanno pulito il parabrezza e poi pretendevano di essere pagati. L’automobilista si e’ rifiutato e la sua vettura e’ stata circondata da cinque extracomunitari per impedirgli di partire. Uno dei due arrestati si e’ gettato davanti alla macchina simulando di essere stato travolto ed appena il conducente e’ sceso gli ha pure lanciato in faccia un telefono cellulare. All’arrivo  dei carabinieri i tre marocchini si sono dileguati mentre due sono stati arrestati. 

 

Leave a Response