Truffa all’Ue, finisce in carcere Enzo Sindoni

C’e’ anche il sindaco di Capo d’Orlando Enzo Sindoni (foto), 46 anni, tra le dieci persone arrestate stamani dalla GdF di Siracusa per una maxi truffa all’Unione Europea. Per Sindoni, coinvolto nell’inchiesta come imprenditore agrumicolo e non nella veste di amministratore pubblico, l’accusa e’ di associazione a delinquere finalizzata alla truffa ai danni dell’Unione Europea attraverso l’indebita percezione di aiuti comunitari. Nell’inchiesta due dei dieci arrestati, tutti siciliani, hanno ottenuto i domiciliari.
Il sindaco era appena sceso dall’aereo proveniente da Torino assieme alla squadra di basket Pierrel Capo d’Orlando, che è in serie A, della quale è presidente.
Gli indagati avrebbero percepito indebitamente contributi per la trasformazione di agrumi, grazie ad un sistema di false fatturazioni. In carcere è finito anche un funzionario pubblico e 60 imprenditori sono stati denunciati.
Le Fiamme gialle hanno inoltre sequestrato beni immobili e quote societarie per due milioni di euro. L’operazione ha coinvolto una quarantina di società delle province di Siracusa, Palermo, Messina, Catania e Reggio Calabria.

Leave a Response