Messina, Marcello Lippi ospite all’Università

MESSINA – Marcello Lippi, commissario tecnico della nazionale di calcio campione del mondo 2006, sarà ospite dell’Università di Messina martedì 15 aprile, per presentare il volume “La squadra”, scritto a quattro mani dallo stesso tecnico e da Rosa Giannetta Alberoni, con prefazione di Francesco Alberoni, Editore Rizzoli.
La cerimonia, con inizio alle ore 10, si svolgerà nell’Aula Magna dell’Ateneo e sarà introdotta dal prof. Girolamo Cotroneo, dopo un breve intervento del Rettore, prof. Francesco Tomasello.
La conversazione – tale è l’oggetto del libro – tra l’ex c.t. e la giornalista e scrittrice Rosa Alberoni, va a trattare non solo argomenti di natura prettamente tecnica – per esempio quale è stato il segreto che ha portato la nazionale di calcio a vincere la coppa del mondo – ma anche di contenuto socio-aziendale: come si costruisce una squadra vincente, oltre che nello sport, anche nella vita, quale è la “mission” del capo, come si crea un gruppo di lavoro compatto e vincente?
Lippi si racconta, analizzando le tecniche e le strategie psicologiche usate per costruire un “gruppo forte, complice, motivato e fiero di indossare la maglia azzurra”; esalta le le doti professionali ed umane dei calciatori che con lui hanno condiviso l’esperienza del mondiale, ma si sofferma anche sulla dedizione, sulla grinta, sulla passione che hanno caratterizzato la sua carriera di allenatore vincente, nella Juventus e nella nazionale.
A conclusione della cerimonia nell’Aula Magna, Marcello Lippi si sposterà alla Cittadella Universitartia dell’Annunziata, dove, accompagnato dal Rettore Tomasello e dal direttore generale, Carmelo Trommino, avrà modo di visitare il polo sportivo universitario, i cui impianti – due palestre, tre campi da tennis coperti, due di calcio a 5, un campo di rugby in erba sintetica, due piscine, un anfiteatro da mille posti, oltre un centinaio di residenze per atleti, tecnici e dirigenti – sono in attività dallo scorso mese di novembre, a disposizione non solo della comunità universitaria, ma della città tutta.

Leave a Response