Unione dei Comuni, 10mila euro per Desirée

S. TERESA DI RIVA – La sala giunta del Comune di S. Teresa di Riva ha ospitato la riunione dell’Esecutivo dell’Unione dei Comuni delle Valli joniche e dei Peloritani, sollecitata nei giorni scorsi, con una istanza di convocazione, dal presidente dell’assemblea, Nino Muscarello ed altri consiglieri. Metanizzazione, servizio civile, protocolli d’intesa portati avanti dall’Agenzia di Sviluppo e la solidarietà attraverso un contributo di 10mila euro a Desirée (la bimba di 4 anni di S. Teresa di Riva che per camminare ha bisogno di costose cure in America) sono stati gli argomenti vagliati dai sindaci jonici che compongono la Giunta dell’Ente intercomunale. Il  presidente dell’Esecutivo Giovanni Foti, su invito dei sindaci di Italia, Antonio Miceli e Roccalumera, Gianni Miasi,  ha preso l’impegno  di convocare un tavolo tecnico per esaminare l’iter del progetto di metanizzazione dei paesi jonici che ricadono nel territorio dell’Unione. Miasi nei mesi scorsi era stato in missione a Roma, negli uffici del ministero competente, ricevendo rassicurazioni in merito alla disponibilità economica. Dopodiché sull’argomento è calato nuovamente il silenzio. La metanizzazione, al momento, si ferma a sud della riviera jonica a Letojanni e, a nord, a Messina.Tutti gli altri paesi del litorale, da S. Alessio Siculo a Scaletta Zanclea, attendono da lustri la realizzazione della condotta metanifera e gli allacci alle abitazioni, dove il gas continua ad arrivare attraverso le bombole. L’Unione dei Comuni ha deliberato, nel corso della seduta, il sostegno economico alla piccola Desirée: il sindaco di Itala, Antonio Miceli, assessore alla Solidarietà, ha messo a disposizione tutti i fondi presenti nel suo
capitolo di spesa, pari a  10.000 euro. Una cifra importante, che aggiunta a tutte le altre somme raccolte, lascia ben sperare e riempie di ottimismo i familiari e quanti si sono prodigati per consentire alla bimba di sottoporsi ad una speciale terapia in America. Solo per la terapia ci voglio 69mila dollari. Bisogna poi aggiungere il viaggio, il vitto e l’alloggio, per tre mesi, per la bimba e due accompagnatori. Sabato prossimo, per Desirée, scenderanno in campo anche magistrati e avvocati: daranno vita ad una gara di solidarietà allo stadio S. Filippo di Messina. L’ingresso è gratuito. Durante l’incontro di calcio si procederà alla raccolta. Via libera, infine, dalla Giunta dell’Unione, all’accordo con l’associazione Penelope di S. Teresa di Riva per l’attivazione di progetti per il servizio civile.

Leave a Response