Taormina, no all’aumento dell’aliquota Irpef

TAORMINA – Per rimpinguare le casse del Comune non sarà necessario un aumento dell’aliquota Irpef ma,
piuttosto, incamerare altri introiti: è quanto emerso al termine dell’ultima seduta del Consiglio comunale, nella quale era tanta la “carne al fuoco”. E’ stata bocciata la proposta del commissario straordinario, Antonio La Mattina, che aveva pensato di effettuare una manovra finanziaria di circa 97 mila euro aumentando l’aliquota Irpef dallo 0,5% al 0,6%. La proposta è stata rigettata all’unanimità da parte dei consiglieri presenti. «Il civico consesso – ha spiegato con particolare attenzione il presidente del Consiglio comunale, Pinuccio Composto – non ha esitato la delibera perché gli introiti
per le casse comunali possono arrivare per esempio dall’Ici non pagata, o dal consumo d’acqua non adeguatamente controllato e anche dallo sfruttamento degli immobili comunali». Intanto, arriverà presto l’albo comunale degli avvocati. Il civico consesso ha esitato il regolamento che pone i paletti su una questione sulla quale discutono da anni le forze politiche locali. Palazzo dei Giurati dispone di un contenzioso abbastanza voluminoso. Si parla
che nel solo 2007 il costo per gli incarichi legali si è attestato attorno alle settecentomila euro. Il nuovo regolamento prevede la possibilità di realizzare un collegio di difesa. La novità sostanziale sta nel fatto che adesso la nuova Giunta
stabilirà anche gli emolumenti da attribuire al collegio che, però, non avrà non solo incarico consultivo ma anche di potere agire materialmente nelle principali sedi di giustizia. Una prerogativa mai realizzata, visto che, a seguito del parere del collegio, si dava incarico a un altro legale per seguire questa o quell’altra causa. Il civico consesso si è occupato
anche della questione relativa all’area della cosiddetta “Madonnina”. Il civico consesso, precisamente
12 consiglieri, hanno firmato un indirizzo che è quello di mantenere i privati nell’area ubicata lungo la via Mario e Nicolò
Garipoli. I rappresentanti del civico consesso hanno chiesto che anche in quell’area venga pagato il ticket d’ingresso, così come realizzato dai parcheggi gestiti dall’Asm. Un argomento spinoso e che è stata discussa senza la presenza
di alcuni rappresentati della minoranza. Il commissario straordinario, Antonio La Mattina, aveva in proposito effettuato, nei giorni scorsi, una serie di ordinanze che attribuivano l’area all’Asm.

Leave a Response