Nizza. La minoranza: scompare il verde pubblico

NIZZA DI SICILIA – Su proposta del consigliere Briguglio Polò Valentina, questa mattina il gruppo “Insieme per voltare pagina” di Nizza di Sicilia, ha presentato al sindaco, Giuseppe Di Tommaso, un’interrogazione riguardante la progressiva cementificazione del verde pubblico. Nel documento, i consiglieri fanno emergere la loro preoccupazione per la progressiva riduzione dei rapporti fra spazi edificati e le aree verdi, indispensabili per il mantenimento dell’assetto e dell’equilibrio territoriale a salvaguardia dell’ambiente e della qualità della vita.
Nell’interrogazione si ricorda che nel maggio scorso furono divelti sia un pino marino, collocato in zona lungomare nord, sia una palma, sita in zona lungomare sud, e per entrambi i casi si richiede di poter conoscere le perizie tecniche che hanno determinato la scelta e la documentazione amministrativa riferita ai lavori eseguiti.
I consiglieri di minoranza, infine, costatano che sia nel “Progetto di riqualificazione urbana del quartiere Principe D’Alcontres”, che nel “Progetto di sui lavori di completamento di tutti gli edifici scolastici e riqualificazione delle aree circostanti”, è prevista l’estirpazione di alberi -alcuni dei quali molto antichi ed in buono stato- senza prevederne né il reimpianto in altro sito, né la sostituzione. Alla luce di questi fatti, gli interroganti  chiedono lumi circa i criteri tecnici che hanno suggerito la redazione dei progetti al fine di comprendere se si è tenuto conto dell’impatto ambientale e della conseguente diminuzione del grado di vivibilità. 

Leave a Response