Scaletta. “Pagliuca viveva nella casa paterna”

SCALETTA ZANCLEA – I parenti di Francesco Pagliuca, il giovane tedesco arrestato dai carabinieri perché ricercato in Germania con l’accusa di omicidio, hanno inviato alle testate giornalistiche una lettera a firma di Luana ed Erminia Pagliuca e di Irene Falconieri.
«Francesco Pagliuca – scrivono – si trovava da alcuni mesi a Scaletta presso l’abitazione paterna e non si nascondeva nella mansarda della palazzina dove abitano alcuni parenti. In più non si rifugiava presso alcun cugino a Scaletta Zanclea. Non viveva dunque né da rifugiato né da latitante, svolgendo attività quotidiane, prova ne sia la richiesta e il rilascio di un documento d’identità e la sua partecipazione a dibattiti ed incontri pubblici svoltisi in paese».

****
Prendiamo atto della nota pervenutaci, evidenziando che quanto riportato è quello che è stato riferito nella conferenza stampa congiunta tenuta dai carabinieri del Comando provinciale e dalla polizia tedesca.

Leave a Response