La perdita di 170mln ”delitto contro Messina”

MESSINA – Il deputato regionale, il messinese Maurizio Ballistreri, definisce un ”delitto contro Messina” la perdita di 170 milioni per la costruzione di due navi nei cantieri messinesi. “In una città drammaticamente segnata dalla disoccupazione – sostiene Ballistreri – e dal precariato e da tante vertenze sindacali a difesa del lavoro, dall’Atm ai precari del Policlinico, dalla vigilanza privata ai dipendenti del Cus e agli operai dello svincolo autostradale dell’Annunziata, la notizia della perdita di una commessa di 170 milioni del Gruppo Aponte per la costruzione di due navi ai cantieri Palumbo, appare come un delitto contro Messina”.
Per l’on. Ballistreri “bisogna fare subito chiarezza sulle responsabilità di una così grave eventualità, a partire dalla Regione siciliana, che priverebbe Messina di un importante investimento, che assieme sosterrebbe il rilancio dell’industria cantieristica a Messina, creando occupazione e crescita economica”.

Leave a Response