Alì, si attendono interventi sulla Sp28

ALI’ – Nonostante sia passato quasi un mese dal sopralluogo dei tecnici di Provincia e Protezione Civile, sulla SP28 non sono ancora iniziati gli interventi di messa in sicurezza dell’arteria. Interventi resisi necessari in seguito ad uno smottamento, risalente a diversi mesi fa, che aveva causato profonde crepe sul manto stradale rendendo necessaria la chiusura di buona parte della carreggiata. “La sistemazione della strada – spiega il vice sindaco di Alì, Salvatore Di Blasi – era programmata per i primi giorni di febbraio ma la Provincia ha avuto altre priorità e non è potuta ancora intervenire. Speriamo che l’arteria venga sistemata nei prossimi giorni”. Si tratterà comunque di interventi “tampone” perché la zona, che insiste sulle case popolari di contrada S. Caterina, necessita di una definitiva messa in sicurezza. In questa prima fase sarà rifatto il fondo stradale, mentre successivamente – secondo quanto emerso dal sopralluogo dello scorso gennaio – sarà necessario intervenire sui muri di contenimento. A quanto pare sarà realizzata una palificazione lunga circa 60 metri. Al momento, assicurano i responsabili della Provincia e della Protezione Civile, giunti sul posto per verificare situazione, i residenti nelle case popolari non corrono rischi. Certo è che bisogna procedere in fretta con la sistemazione della strada e poi programmare gli interventi necessari per risolvere una volta per tutte il problema. Sino ad ora l’unico lavoro eseguito è consistito nel posizionamento di asfalto sulla strada in modo tale da evitare che altra acqua piovana si infiltri nelle crepe presenti, aggravando la situazione del manto e dei muri di contenimento.

Leave a Response