Roccalumera. Si ricordano le vittime delle foibe

ROCCALUMERA – Lunedì, alle 10, nell’aula consiliare del municipio, verrà celebrata “La Giornata del ricordo”, istituita con legge n.92 del 10 marzo 2004  in memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo giuliano-dalmata e delle vicende del confine orientale. Alla cerimonia interverrà una rappresentanza degli studenti dell’Istituto comprensivo di Roccalumera guidati dagli insegnanti e dalla dirigente scolastica, dott.ssa Enza Interdonato.
Sono stati invitati alla cerimonia le autorità militari, civili e religiose operanti sul territorio nonché numerosi cittadini.
Il sindaco di Roccalumera, Gianni Miasi, ha dichiarato: “Il ricordo e la commemorazione degli eccidi commessi in danno di tantissimi italiani colpevoli solamente di non aderire ad una ideologia totalitaria venendo crudelmente trucidati nelle foibe, è un atto di civiltà e di educazione specie verso le giovani generazioni alle quali va sempre ricordato come la democrazia, la tolleranza ed il rispetto, siano alla base di ogni vivere civile e sociale”. Nella prossima riunione di consiglio comunale, che si terrà entro il 20 febbraio, verrà proposta l’intitolazione di una piazzetta di nuova realizzazione alle vittime delle foibe.
Roccalumera conta un caduto nelle foibe. Si tratta dell’appuntato dei  carabinieri Antonino Sebastiano Caminiti nato a Roccalumera il 19 febbraio 1904, che sposò nel 1939 la sig.ra Isolina Lo Re. L’appuntato Caminiti venne trucidato nelle foibe dai comunisti di Tito nel mese di Luglio 1945.

Leave a Response