Alì. E’ morta a 104 anni la nonnina Rosina Fava

ALI’ SUPERIORE – E’ morta la scorsa notte ad Alì Superiore all’età di 104 anni Rosina Fava. Avrebbe compiuto 105 anni il 3 giugno. La vecchiaia e qualche acciacco sono stati il ”male” che l’hanno strappata agli affetti dei parenti. Non era sposata. Si è ”addormentata” senza accorgersene, come bambina sfinita dai giochi di una lunga giornata. Lascia un profondo vuoto nella comunità aliese, della quale era diventata la nonnina di tutti. Abitava da sola, in via Spirito Santo vicino la chiesa di S. Agata e da alcuni mesi era costretta a letto, assistita amorevolmente da una ragazza. Fino a pochi giorni fa donna Rosina era estremamente lucida, ricordava perfettamente gli avvenimenti che hanno caratterizzato lo scorso secolo, le due guerre mondiali e il terremoto di Messina. Fino all’età di 100 anni era solita andare a messa da sola. Ha vissuto la sua semplice esistenza sempre ad Alì, in serenità e nella quiete della campagna circostante. A prendersi cura di lei con slancio e amore fino all’ultimo istante anche i numerosi nipoti. Tracorreva le giornate in preghiera e ascoltando a tutto volume Radio Maria, disdegnava la televisione. La sera una cena frugale, un po’di latte e qualche biscotto. Sveglia alle prime ore della mattina e a pranzo cose semplici e genuine accompagnate da un bicchiere di vino nostrale. I funerali di donna Rosina, presenti i parenti, il sindaco, amministratori comunali e tantissimi compaesani, saranno celebrati oggi alle ore 15 nel duomo di S. Agata di Alì dall’arciprete vincenzo D’Arrigo.

Leave a Response