Una proposta per i confini tra Savoca-S. Teresa

SAVOCA – Consiglio comunale al gran completo quello che si è tenuto ieri sera a Savoca. Tutti presenti i dodici consiglieri, così come presenti erano tutti i componenti dell’esecutivo. Il consiglio ha approvato all’unanimità sette degli otto punti posti all’ordine del giorno rinviando alla prossima seduta,  per maggiori approfondimenti, il “Regolamento del servizio bibliotecario comunale”. Tra gli argomenti più importanti figuravano: la modifica all’art. 17 dello statuto societario dell’Ato Me4 inerente la riduzione a tre componenti del CdA; il regolamento sul cottimo-appalto; la nomina del revisore contabile (riconfermato l’uscente dott. Antonino Caminiti); la presa d’atto della nomina del commissario straordinario per il chiarimento sui confini tra i comuni di Savoca e Santa Teresa di Riva; l’encomio al brigadiere capo della stazione dei carabinieri di Sant’Alessio Siculo, Antonino Clemente, in occasione del suo pensionamento. Ampio il dibattito in merito alla definizione dei confini, con ampia relazione del sindaco Antonino Bartolotta e del suo vice Paolo Trimarchi. I tecnici e lo storico Santo Lombardo hanno individuato un’ipotesi di proposta che nei prossimi giorni sarà allo studio della commissione consiliare di riferimento. “L’intento – ha dichiarato il sindaco – è quello di giungere ad un componimento bonario del contenzioso mediante la formulazione di una proposta razionale sostenuta da atti e basata su confini certi e reali, che tengano conto anche e soprattutto dello sviluppo urbano ad oggi esistente”. In tal senso, nei prossimi giorni, si terrà un incontro tra i rappresentanti del Comune di Savoca e di Santa Teresa di Riva. In riferimento al conferimento di encomio per il lodevole servizio prestato a favore della cittadinanza e del patrimonio artistico savocese da parte del brigadiere capo dei carabinieri Antonino Clemente, il civico consesso ha espresso parole di elogio sottolineando la brillante operazione che nel 2005 ha portato al recupero delle opere d’arte  sacra trafugate dalla chiesa di S. Nicolò e al conseguente arresto dei responsabili.

Leave a Response