Messinambiente, in sciopero lavoratori senza stipendio

 “Da domani (giovedì 17 – ndr) non avendo ricevuto ancora le spettanze del mese di dicembre, i lavoratori di Messinambiente sono costretti a incrociare nuovamente le braccia”. E’ l’annuncio del Segretario della Fit Cisl di Messina Enzo Testa dopo l’incontro avuto con il Commissario straordinario del Comune Gaspare Sinatra nella tarda mattinata. Una giornata di tensione e proteste al comune di Messina con i lavoratori di Atm e Messinambiente nei corridoi di Palazzo Zanca a protestare. “Assistiamo a un palleggiamento di responsabilità – precisa Testa – il commissario Sinatra ci ha detto di avere corrisposto all’ATO tutto il dovuto per l’anno 2007 e che è in attesa del bilancio preventivo dell’Ato per il 2008. Solo dopo quest’atto formale autorizzerà i versamenti da parte del Comune del contributo. È paradossale che i lavoratori devono ogni mese ricorrere a forme estreme di lotta per potere percepire quanto dovuto. È auspicabile – secondo Testa – che Messinambiente, Ato e Comune si siedano attorno ad un tavolo e trovino una soluzione definitiva affinché non si verifichino simili evenienze. Ancora una volta è comprensibile la disperazione dei lavoratori, è giusto sollecitare gli interventi del commissario Sinatra ma va censurato il comportamento di Ato e Messinambiente che non hanno messo in campo nessuna azione per tranquillizzare i lavoratori sul pagamento degli stipendi”. “Ci auguriamo – ha aggiunto il Segretario della Cisl di Messina, Maurizio Bernava – che la protesta rientri in giornata con l’ennesima assunzione di responsabilità da parte di tutti i soggetti, in primo luogo Ato e Messinambiente, perché la situazione e la gestione dei rifiuti a Messina è ad un punto di non ritorno tra costi eccessivi, difficoltà finanziarie del Comune e delle aziende, disorganizzazione del servizio e l’unica discarica esistente è al limite della sua ricezione. Una situazione così grave non giustifica l’atteggiamento di chicchessia di prendere ancora una volta in ostaggio i lavoratori per acquisire risultati particolari. Non si può assistere nel 2008 con proteste mensili per gli stipendi e un sistema allo sfascio che si trascina stancamente. Come già la Cisl ha comunicato al Prefetto bisogna ritrovarsi subito per individuare quegli interventi strutturali che possono alleggerire la grave crisi del sistema dei rifiuti a Messina”.

Leave a Response