Messina. Precari Policlinico, la Cisl unita nella lotta

In una nota, la segreteria della CISL Università di Messina, il segretario regionale e i componenti la Rsu Francesco Caci e Maurizio Fallico, alla luce dell’iniziativa assunta in sede di pubblica riunione dal loro collega Carnevale, ribadiscono con forza che la posizione assunta nei confronti del tema della stabilizzazione dei precari del Policlinico vede la ”Federazione unita ed è portata avanti, sin dallo scorso mese di luglio, in piena sintonia con l’Ust-CISL territoriale”. ”Per prassi consolidata nella CISL Università – si legge ancora nella nota Cisl – prima di assumere qualsivoglia posizione, si riuniscono gli organi direttivi che, nel rispetto dialettico e delle idee dei singoli componenti, assumono sempre una linea ufficiale unitaria cui tutti i dirigenti sono moralmente vincolati. Per evitare fraintendimenti affermiamo che la Cisl in tutte le sue componenti è impegnata a perseguire in modo compatto l’obiettivo di coprire le carenze di organico attraverso la stabilizzazione dei precari.
” Per ottenere l’obiettivo della stabilizzazione dei rapporti di lavoro occorre operare nell’interesse di tutti i lavoratori precari, senza alcuna distinzione tra gli stessi ma ricercando ed attivando, nel rispetto delle leggi vigenti, le corrette procedure che offrono certezza di soluzione della vertenza  evitando di alimentare ulteriormente tensioni e conflitti che, lungi dal risolvere i problemi, hanno solo l’obiettivo di esasperare gli animi dei lavoratori interessati.

 

”Per tale motivo sosteniamo – rileva la Cisl –  da mesi che è prioritario e indispensabile sollecitare l’assessorato regionale alla Sanità affinché adotti in tempi rapidissimi le linee guida necessarie all’avvio delle procedure della stabilizzazione (come prevede l’art.1, comma 565, della legge finanziaria 296/2007); un passaggio obbligato e necessario per  porre fine alle strumentalizzazioni ed alle forzature delle regole che hanno generato il miraggio di una immediata stabilizzazione ostacolando, di fatto, il raggiungimento di tale legittimo obiettivo e originando solo tensione, conflitto sociale e debolezza dell’azione sindacale. ”La CISL Università di Messina ribadisce l’appello per porre fine  alla situazione intollerabile di un’Azienda Policlinico commissariata da oltre un anno e invita la deputazione regionale messinese a imporre al governo regionale  la nomina immediata di un direttore generale che possa gestire con pieni poteri la delicata situazione del Policlinico. ”Per quanto sopra – si legge infine nella nota –  qualsiasi posizione difforme da quella sostenuta dalla Segreteria della Cisl Università manifestata da singoli dirigenti del sindacato e, strumentalmente portata all’attenzione alla stampa locale, deve essere considerata strettamente ed esclusivamente personale, con l’augurio che derivi da un libero  convincimento e non sia invece una diretta conseguenza di pressioni ambientali eccessive, legate al clima di aspro conflitto, fatto appositamente lievitare al Policlinico”.

Leave a Response